Nuovo licenziamento alla Fiat di Termoli, ancora un sindacalista

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Arcangelo Galasso, sorvegliante e dirigente della Failms Cisal, è stato licenziato nella serata di lunedì 6 settembre, la decisione della direzione aziendale gli è stata comunicata a fine turno.

Arcangelo Galasso, sorvegliante e dirigente della Failms Cisal, è stato licenziato nella serata di lunedì 6 settembre, la decisione della direzione aziendale gli è stata comunicata a fine turno. «Richiesta di permessi sindacali a titolo personale»: questa la motivazione della Fiat, notificata in seguito a due solleciti scritti. Il lavoratore, 47 anni e padre di due figli, non demorde e annuncia battaglia: «E’ stata violata la privacy».

Così salgono a 2 i licenziamenti presso lo stabilimento FPT di Termoli (CB) nel giro di un mese e mezzo dopo il caso che aveva riguardato Giovanni Musacchio, anch’esso sindacalista, il 20 luglio scorso, mandato a casa per aver partecipato ad uno sciopero dello Slai Cobas presso lo stabilimento FPT di Pomigliano d’Arco.

A Galasso sono stati contestati gli ultimi cinque permessi sindacali richiesti, a detta dell’FPT, arbitrariamente e per scopi che esulano dall’attività sindacale. «E’ stata violata la privacy – commenta Galasso – la Fiat sta continuando a estromettere persone ‘scomode’, altro che pace, come dice Marchionne. Lotterò con tutte le mie forze per avere giustizia».

Fonte: Primonumero.it

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti