Comunicazione di chiamata nel lavoro intermittente, istruzioni operative

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Nota del Ministero del lavoro contenente ulteriori istruzioni operative circa le modalità di comunicazione della chiamata nel lavoro intermittente

Il Ministero del lavoro, il 26 novembre scorso, ha emanato la nota che definisce ulteriori istruzioni operative per la comunicazione della chiamata del lavoro intermittente, prevista dall’articolo 1, comma 21, lett. B) della Legge n. 92 del 28 giugno 2012 (Legge di riforma del mercato del lavoro). Leggi anche: il contratto a chiamato o intermittente dopo la riforma lavoro e anche Lavoro a chiamata nuovi chiarimenti del Ministero del lavoro Questa nota, segue in ordine cronologico le note dello scorso 9 agosto e del 14 settembre 2012. Dopo aver specificato le modalità attualmente a disposizione dei datori di lavoro per effettuare tali comunicazioni (PEC, EMAIL, FAX, SMS), la nota annuncia l’avvio della comunicazione completamente telematica,attraverso la compilazione un modulo on line accessibile dal portale Cliclavoro, nell’area riservata alle aziende dedicata alla funzionalità “gestione Intermittenti”.

N.B. La modalità di comunicazione tramite Fax nazionale 848800131 è stata abrogata a partire dal 13/12/2012 con l’entrata in vigore del Decreto Sviluppo, di conversione del D.L. n. 179/2012;

Questo canale permette la comunicazione per più lavoratori e periodi di prestazione, anche diversi riferiti alla stessa azienda. Il datore di lavoro potrà effettuare la chiamata anche tramite il proprio consulente del lavoro.Queste le modalità a seconda del canale scelto per la comunicazione:

  • Mail da inviare alle Direzioni provinciali del lavoro o all’indirizzo intermittenti@lavoro.gov.it.  In allegato alla mail dovrà esserci il modello “UNI-intermittente”. Tramite queste chiamate sarà possibile anche annullare precedenti comunicazioni di chiamate.
  • Fax al nr. 848800131: il modello da inviare è lo stesso che sia llega nella procedura via mail, sopra descritta;
  • SMS al nr. 339 9942256 Questo canale potrà essere utilizzato solo per le aziende iscritte a cliclavoro e quindi, abilitate all’utilizzo di lavoro intermittente;
  • Modulo on line accessibile dal canale cliclavoro (www.cliclavoro.gov.it); l’azienda potrà avvalersi di un consulente del lavoro per fare questa operazione.

I singoli canali di comunicazione elencati, sono ampiamente descritti nella nota in oggetto, che potrete scaricare qui sotto.

  Nota del ministero del 26 novembre 2012 (1,2 MiB, 1.149 download)
  UNI_Intermittenti (577,6 KiB, 1.132 download)
Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti

  • andreea

    buongiorno!
    Io ho lavorato con un contratto a chiamata dal 29 dicembre 2012 fino al 10 genaio 2013(senza obbligo alla risposta di chiamata).in realita ho lavorato 29,30 e 31 dicembre 2012.Piu 1,2,,4,5,6,,8 e 9 genaio.Il datore di lavoro ha detto che e obligato a segnare in bustapaga tutti i giorni anche queli in quale io NON HO LAVORATO.io non ho trovato nesuna legge che dice cosi.esiste una legge che dice questa??Grazie!