Pensioni INPS: sono già 1.736 le domande di APE volontario presentate

L'INPS comunica che al 18 aprile (data di scadenza della richiesta di arretrati), sono già 1.736 le domande di APE volontario presentate di cui 1.242 riguardano anche la richiesta di arretrati maturati.

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Con una nota stampa pubblicata sul proprio portale l’INPS comunica che al 18 aprile, sono già 1.736 le domande di APE volontario presentate all’Istituto. Ricordiamo che le domande sono state sbloccate dal 13 aprile scorso, mentre il 18 aprile era il termine ultimo per presentare domanda di arretrati. Oltre a questo dato l’INPS fa sapere che sulle 1.736 domande presentate, 1.242 riguardano anche la richiesta di arretrati maturati.

Come già detto in altre precedenti guide sull’argomento, la domanda di APE Volontario comprende varie pratiche tra cui:

  1. il contratto di finanziamento;
  2. il contratto di assicurazione contro il rischio di premorienza
  3. l’istanza di accesso al fondo di garanzia;
  4. la domanda di pensione di vecchiaia.

Domande di APE volontario, come accedere

Le domande di APE volontario vanno presentate tramite il portale dell’INPS attraverso l’apposita sezione dedicata. L’accesso a quest’area può avvenire tramite il PIN INPS di tipo dispositivo oppure tramite l’utilizzo dell’identità digitale SPID almeno di secondo livello. Nella domanda, ricorda l’INPS, il richiedente deve indicare la Banca a cui richiedere il prestito e l’Assicurazione cui richiedere la copertura del rischio di premorienza.

I soggetti che hanno maturato i requisiti di accesso all’APE Volontario tra il 1° maggio e il 18 ottobre 2017, potevano accedere all’APE volontario chiedendo anche gli arretrati, ma la domanda andava presentata entro il 18 aprile 2018.

Ricordiamo, infine, che per accedere all’anticipo pensionistico è necessario essere in possesso di un importo pensionistico pari o superiore a 1,4 volte il trattamento minimo. Per quest’anno l’importo corrisponde a 710 euro, al netto della rata del prestito.

INPS APE Volontaria simulatore

Prima di procedere alle domande di APE volontario INPS, il contribuente può accedere al simulatore online messo a disposizione dal 13 febbraio scorso dall’Istituto. Questo consente di calcolare, indicativamente: l’importo dell’anticipo finanziario a garanzia pensionistica, la durata dell’APE e la rata di rimborso. L’INPS comunica infine che sono state accolte 11.249 domande di certificazione del diritto.

La domanda di certificazione del diritto all’APE va presentata all’INPS sempre dal portale dell’Istituto con accesso tramite SPID o il PIN dell’INPS. Una volta verificati e certificati i requisiti, l’Istituto comunica al richiedente l’importo minimo e massimo del prestito ottenibile e questi può decidere se procedere a meno a presentare la domanda di APE volontario.

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679
Share.

About Author

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo.

Altri articoli interessanti

Comments are closed.