Min. Lavoro: la circolare 18 sulla Riforma del Lavoro

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Primissime indicazioni del Ministero del Lavoro, di carattere soprattutto operativo in merito alla L. 92/2012 o Riforma del mercato del Lavoro

Il 18 luglio, come ormai noto, è entrata ufficilamente in vigore la Riforma Fornero del Mercato del Lavoro, ovvero la L. 92/2012. La Legge come abbiamo già avuto modo di dire in precedenza non ha apportato grosse modifiche ai vari contratti preesistenti, già disciplinati dai vari D. Lgs. 368/2001 e D. Lgs. 276/2003.

Tuttavia in maniera più o meno evidente la Riforma ha provato, almeno sulla carta, a mettere freno ad una serie di abusi che si sarebbero potuti verificare con la vecchia normativa. In particolare le finte Partite Iva, il lavoro nero camuffato da contratto a chiamata o part-time, oppure le tanto abusate associazioni in partecipazione.

I periodi transitori tuttavia sono sempre i peggiori, dal punto di vista procedurale soprattutto, tant’è che già oggi il Ministero del Lavoro ha pubblicato una prima circolare in merito proprio ai primi dubbi procedurali emersi da subito. La circolare è la n. 18 del 18 luglio 2012.

Con questa circolare il Ministero cerca di fornire delle primissime indicazioni di carattere operativo indirizzate soprattutto al personale ispettivo, riservandosi sin d’ora di fornire, rispetto a ciascun istituto, chiarimenti più esaustivi con separati provvedimenti.

Potete scaricarla da qui:

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti