Milleproroghe: scuola, graduatorie ad esaurimento per docenti e titoli di riserva

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Disposizioni del decreto milleproroghe sulle graduatorie ad esaurimento per i docenti e sui posti a riserva nelle stesse.

Il decreto milleproroghe, d.lg. nr 216/2011,  all’art 14 comma 2-ter, dispone che le graduatorie ad esaurimento, di cui all’art. 1, co. 605, lett. c), e 607, della L. n. 296 del 2006 (finanziaria 2007), e successive modificazioni, rimangono chiuse e che, limitatamente ad alcune categorie di docenti, è istituita una fascia aggiuntiva.

Si tratta dei docenti che hanno conseguito l’abilitazione all’esito della frequenza dei seguenti corsi, attivati negli a.a. 2008/09, 2009/10 e 2010/11:

  • corsi biennali abilitanti di secondo livello ad indirizzo didattico (COBASLID);
  • secondo e terzo corso biennale di secondo livello finalizzato alla formazione dei docenti di educazione musicale delle classi di concorso 31/A e 32/A e di strumento musicale nella scuola media della classe di concorso77/A;
  • corso di laurea in scienze della formazione primaria.

La disposizione affida ad un decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricercala definizione dei termini per l’inserimento nelle graduatorie a decorrere dall’anno scolastico 2012-2013.

Di fatto, dunque, sarà consentito l’ingresso nelle graduatorie ad esaurimento, in una fascia autonoma e aggiuntiva rispetto alle tre attuali, di un nuovo gruppo di docenti.

Va ricordato che l’art. 9, co. 20, del D.L. n. 70 del 2011 (L. 106/2011), nello stabilire che, a decorrere dall’a. s. 2011-2012, l’aggiornamento delle graduatorie per l’insegnamento è effettuato con cadenza triennale e con possibilità di trasferimento in un’unica provincia secondo il proprio punteggio, nel rispetto della fascia di appartenenza, ha ribadito che nelle stesse graduatorie non vi è possibilità di nuovi inserimenti.

A seguito di questa novità, l’aggiornamento delle graduatorie per gli a.s. 2011/2012 e 2012/2013, avviato con DM n. 44 del 12 maggio 2011, è stato prolungato all’a.s. 2013/2014, con DM n. 47 del 26 maggio 2011http://www.istruzione.it/alfresco/d/d/workspace/SpacesStore/afbbf62e-4a3f-44ab-9ac5-7b5b2352cfd4/dm47_11.pdf

Infatti, l’art. 1, comma 605, lett. c), della legge n. 296 del 2006 (legge finanziaria 2007) ha trasformato le graduatorie permanenti dei docenti – di cui all’art. 401 del D.Lgs. 297/1994 – in graduatorie ad esaurimento, facendo salva l’inclusione nelle medesime, per il biennio 2007-2008, dei docenti già abilitati, nonché, con riserva del conseguimento del titolo di abilitazione, di quanti, alla data della sua entrata in vigore, stessero già frequentando una serie di corsi abilitanti.

Il comma 607 del medesimo articolo ha disposto che la tabella di valutazione dei titoli da utilizzare per la compilazione delle graduatorie del personale docente fosse ridefinita con decreto ministeriale, sentito il CNPI, in occasione dell’aggiornamento biennale (previsto per il biennio 2007/2008 e 2008/2009), senza modificare i punteggi riconosciuti nelle graduatorie relative al biennio precedente. Ha precisato, inoltre, che dovevano essere rideterminati i punteggi relativi a master, diplomi di specializzazione, corsi di perfezionamento universitario (punto C.11 della tabella) e che dovevano essere definiti criteri per l’accreditamento delle strutture formative.

Successivamente, peraltro, l’art. 5-bis del D.L. 137/2008 (L. 169/2008) ha consentito l’iscrizione nelle graduatorie ad esaurimento, nei termini e con le modalità fissati nel provvedimento di aggiornamento delle graduatorie da disporre per il biennio 2009-2010, nei confronti:

  • dei docenti che avevano conseguito il titolo abilitante a seguito della frequenza del IX ciclo SSIS o dei corsi biennali abilitanti di secondo livello ad indirizzo didattico (COBASLID )attivati nell’a.a. 2007-2008;
  • dei docenti che avevano conseguito l’abilitazione dopo aver frequentato il primo corso biennale di secondo livello finalizzato alla formazione dei docenti di educazione musicale delle classi di concorso 31/A e 32/A e di strumento musicale nella scuola secondaria di primo grado della classe di concorso 77/A.

Ha, inoltre, consentito l’iscrizione con riserva – da sciogliere all’atto del conseguimento dell’abilitazione – a coloro che nell’a.a. 2007-2008 erano iscritti al corso di laurea in scienze della formazione primaria e ai corsi quadriennali di didattica della musica.

Riserva nelle graduatorie ad esaurimento (art 14 comma 2-quater)

Il comma 2-quater dell’art. 14, dispone che i beneficiari delle disposizioni di cui alla L. n. 68 del 1999 (disabili, nonché orfani o coniugi superstiti di deceduti per causa di lavoro, di guerra o di servizio, e categorie equiparate) e delle disposizioni di cui all’art. 6, co. 3-bis, del D.L. n. 4 del 2006 (soggetti con patologie oncologiche) possono far valere annualmente il titolo di riserva nelle graduatorie ad esaurimento.

Dunque, fermo restando l’aggiornamento triennale delle stesse graduatorie, disposto, a decorrere dall’a.s. 2011/2012, dall’art. 9, co. 20, del D.L. n. 70 del 2011 (L. 106/2011), i soggetti indicati potranno far valere ogni anno il diritto a beneficiare della riserva.

Sulla riserva, si ricorda che l’all. A della C.M. n. 73 del 10 agosto 2011, relativa ad assunzioni a tempo indeterminato di personale scolastico per gli a.s. 2010/2011 e 2011/2012 (http://www.istruzione.it/alfresco/d/d/workspace/SpacesStore/f7426a86-e5bb-4b4b-9b5f-01b6e5c76fa5/cm73_11_all1.pdf) richiama le sentenze della Corte di Cassazione, sezioni unite, n. 4110 del 22/02/2007 e sezione Lavoro, n.19030 dell’11 settembre 2007, secondo cui la graduatoria ad esaurimento deve essere considerata, ai fini della copertura dei posti riservati ai sensi della legge 68/99, come graduatoria unica.

Richiama, inoltre, l’attenzione sull’obbligo di applicare alle assunzioni del personale scolastico la normativa di cui all’art. 3, comma 123, della legge 244/07 che assimila, ai fini del collocamento obbligatorio, gli orfani o, in alternativa, il coniuge superstite, di coloro che siano morti per fatto di lavoro, ovvero siano deceduti a causa dell’aggravarsi delle mutilazioni o infermità che hanno dato luogo a trattamento di rendita da infortunio sul lavoro, alle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata di cui all’art. 1, comma 2, della legge 407/98.

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti

  • angelinajolie74

    Faccio parte degli abilitati SSIS IX Ciclo del 2010. Noi non siamo stati e non saremo inclusi nelle graduatorie ad esaurimento..è una grandissima ingiustizia!!!!!!!!!!!!!Vogliamo fare ricorso contro il decreto ministeriale , e siamo già una ventuna. Chi vuole unirsi a noi???