Scuola, via libera all'assunzione di 11268 docenti e 672 presidi

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Con il CdM dello scorso 23 agosto il Governo ha dato il via libera all'immissione a ruolo nella scuola di 11268 docenti e 672 presidi

Il governo, nel corso del Consiglio dei Ministri svoltosi lo scorso 23 agosto, ha autorizzato il MIUR ad assumere a tempo indeterminato, per l’anno scolastico 2013-2014, 672 dirigenti scolastici (compresi i trattenimenti in servizio) e 11.268 unità di personale docente ed educativo.

I posti saranno così distribuiti:

  • 1.274 posti scuola dell’infanzia
  • 2.161 posti scuola primaria
  • 2.919 posti scuola secondaria I grado
  • 3.136 posti scuola secondaria II grado
  • 1.648 posti sostengo
  • 68 agli educatori dei convitti nazionali e degli educandati.

Il Miur, ha pubblicato sul proprio sito internet, in allegato alla comunicato stampa, le tabelle analitiche che evidenziano, per ciascuna provincia, la ripartizione – rispettivamente, per la scuola dell’infanzia, per la scuola primaria, per la scuola secondaria di primo e secondo grado, per il sostegno e per il personale educativo – del numero massimo di assunzioni da effettuare, nonché le istruzioni operative (allegato A).

La nota del Ministero chiarisce che “ al personale beneficiario dei contratti a tempo indeterminato sarà assegnata, per l’anno scolastico 2013/14, la sede provvisoria di servizio utilizzando, ovviamente, tutte quelle a tal fine disponibili sino alla conclusione del medesimo anno scolastico. Il numero di contratti a tempo indeterminato, invece, resta comunque subordinato alla effettiva vacanza e disponibilità del corrispondente numero di posti nell’organico di diritto provinciale. La sede definitiva verrà attribuita secondo i criteri e le modalità da determinare con il contratto sulla mobilità relativo all’anno scolastico 2014/2015”.

Inoltre,  la nota ricorda che ai sensi dell’art. 9, comma 21 della legge 106/2011, il personale docente assunto a tempo indeterminato dall’anno scolastico 2011/12, non può partecipare ai trasferimenti per altra provincia per un quinquennio, a far data dalla decorrenza giuridica della nomina in ruolo, salvo le deroghe previste dal CCNI concernente la mobilità.

Il comunicato richiama l’attenzione relativamente alla priorità di utilizzazione del personale in esubero prima di procedere alle nomine di cui all’oggetto, in applicazione dei criteri di cui al DL 95/2012 convertito con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012 n. 135 ed in particolare dell’articolo 14, commi 17-20, ed all’art. 2 comma 3 dell’ipotesi di CCNI sulle utilizzazioni del personale scolastico.

Tale utilizzazione prioritaria deve essere esperita, verificando l’eventuale possesso di altro, idoneo titolo di studio, prima del previsto transito nei ruoli del personale ATA, anche nei riguardi del personale docente attualmente titolare nelle classi di concorso C999 e C555 di cui al comma 14 dell’art. 14 della sopracitata legge 135/2012.

Le assunzioni sui posti di sostegno saranno disposte sotto condizione di accertamento della regolarità formale e sostanziale del titolo di specializzazione.

Di seguito  trovate le istruzioni operative allegate al comunicato in ordine alle modalità di conferimento delle nomine per il personale docente

  Istruzioni operative per le assunzioni (51,6 KiB, 174 download)
  Tabelle analitiche immissioni a ruolo (1,1 MiB, 165 download)
Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti