TFA: ulteriori FAQ del Ministero sul tirocinio formativo attivo

Dal sito tfa.cineca.it, alte sei FAQ del MIUR sui Tirocini formativi Attivi

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

Continua la pubblicazione, sul sito tfa.cineca.it, della FAQ del MIUR sui Tirocini formativi Attivi. L’aggiornamento risale allo scorso 1 giugno, ove sono state aggiunte altre 6 domande alle tredici inizialmente pubblicate che, vi riportiamo di seguito, con le relative risposte. La numerazione delle domande seguirà dal nr 13

Leggi anche: TFA: le FAQ del Ministero sul Tirocinio Formativo Attivo

14.Gli studenti in sovrannumero devono sostenere le prove selettive?

No, gli studenti in sovrannumero non devono sostenere le prove selettive e pertanto non devono procedere all’iscrizione on-line. Potranno iscriversi seguendo le procedure amministrative dell’ateneo prescelto.

15.Chi è ammesso in sovrannumero?

Sono ammessi in sovrannumero tutti coloro che rientrano nelle categorie previste dall’articolo 19 dal DM 11 novembre 2011, e che hanno sospeso la frequenza, senza alcuna limitazione temporale.

16. L’assegno di ricerca è incompatibile con la frequenza di un corso TFA?

L’assegno di ricerca non crea incompatibilità con la frequenza di un corso TFA.

17. Sono laureato in ingegneria dell’automazione L/S 29. Tale laurea non è prevista dal DM n. 22/05, né viene considerata titolo di accesso per l’iscrizione al TFA tramite il Cineca. Cosa devo fare?

Per le lauree non previste dal DM. n.39/98 e dal DM. n. 22/05 non è possibile l’iscrizione in quanto non sono state considerate “Titoli di ammissione”. Pur tuttavia, se la laurea, nella fattispecie la L/S 29, è stata considerata equipollente ad altra laurea, già riconosciuta come titolo di accesso per una o più classi di concorso, la laurea o le lauree dichiarate equipollenti, alle lauree individuate come “Titoli di ammissione” dal DM. n. 39/98, dovranno in forza della dichiarata equipollenza, prevedere nel piano di studi i corsi annuali o semestrali prescritti dal citato DM. n. 39/98, ovvero i “requisiti minimi” in termini di CFU previsti dal DM. n.22/05.

18. Ogni classe di concorso richiede differenti lauree come titoli di accesso. Quando una laurea non è prevista nel DM 39/98, ed al contempo è dichiarata equipollente ad altro titolo di accesso per una determinata classe di concorso prevista dal citato decreto, si può essere ammessi a sostenere le prove di selezione per quella classe di concorso, essendo in possesso della laurea equipollente ?

Ogni classe di concorso ammette una o più lauree con specifici piani di studio, quali titoli di accesso per quella determinata classe di concorso. La laurea o le lauree dichiarate equipollenti, alle lauree individuate come “Titoli di ammissione” dal DM. n. 39/98, dovranno in forza della dichiarata equipollenza, prevedere nel piano di studi i corsi annuali o semestrali previsti dal citato decreto, ovvero i CFU previsti dal DM. n.22/05.

19.Sono laureato in Ingegneria Vecchio Ordinamento. Posso accedere alla classe A049?

In forza del D.M. n.354 del 10 agosto 1998, i laureati in ingegneria qualunque indirizzo, possono richiedere l’accesso alla classe di concorso:
47/A- Matematica, se lo specifico piano di studi seguito abbia compreso i corsi annuali (o quattro semestrali) di: analisi matematica I, analisi matematica II, geometria o geometria I, due corsi annuali (o quattro semestrali) tra i seguenti: geometria ed algebra o algebra ed elementi di geometria, calcolo delle probabilità, analisi numerica o calcolo numerico, e due corsi annuali (o quattro semestrali) di: fisica generale.
38/A – Fisica, se il piano di studi abbia compreso due corsi annuali (o quattro semestrali) di: fisica generale.
49/A, sempre relativamente ai laureati in ingegneria senza vincoli di indirizzo, se il piano di studi seguito abbia compreso i corsi annuali (o quattro semestrali) di: analisi matematica I, analisi matematica II, geometria o geometria I, due corsi annuali (o quattro semestrali) tra i seguenti: geometria ed algebra o algebra ed elementi di geometria, calcolo delle probabilità, analisi numerica o calcolo numerico, e due corsi annuali (o quattro semestrali) di: fisica generale.
Resta fermo quanto previsto per i laureati in ingegneria la cui laurea è valido titolo di accesso indipendentemente dal piano di studi seguito purché conseguita entro l’anno accademico 2000-2001.

Si ricorda che le iscrizioni ai test di selezione sono scadute lo scorso 4 giugno. Le prove selettive si svolgeranno dal 6 al 31 luglio prossimi.

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679
Condividi.