CGIL: 12 giugno sciopero generale contro la manovra

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Contro la manovra economica del governo, la CGIL pronta alla mobilitazione nazionale per il prossimo 12 giugno.

La manovra da 24 miliardi di euro proprio non va giù; così il Segretario Generale della CGIL Guglielmo Epifani,  ha già annunciato, una mobilitazione nazionale per il 12 giugno, per tutto il mondo del lavoro pubblico, con lo slogan ‘solo sulle nostre spalle’.

Epifani fa anche sapere che al direttivo della prossima settimana proporrà uno sciopero generale da organizzare entro la fine di Giugno, per contrastare e chiedere modifiche ai provvedimenti contenuti nella manovra. 

“La manovra è iniqua, divide il Paese e colpisce i più deboli” ha affermato il segretario della CGIL che chiede delle modifiche, avanzando tre proposte:

  • L’inserimento di una addizionale di solidarietà sui redditi superiori ai 150 mila euro per liberare risorse da destinare al futuro dei giovani;
  • il ripristino dell’Ici, ma solo per i redditi da 90-100 mila euro;
  • una  tassazione unica sulle rendite finanziarie da portare quindi dal 12 al 20%. Infine Epifani propone di alzare la tassazione dello scudo fiscale dal 5 al 7 per cento.

“Nella manovra inoltre non c’è traccia di riforme, i provvedimenti sono pasticciati e non sostengono gli investimenti e l’occupazione”. Ha proseguito Epifani puntando il dito contro “una manovra di tagli che reprime la crescita e farà aumentare il tasso di disoccupazione nei prossimi anni”. “Non ci sottraiamo – ha ribadito – ad un’azione di risanamento, ma facciamo nostre le parole del Presidente della Repubblica: sì ai sacrifici ma, come lui dice, con equità”.

Non è dello stesso parere Bonanni il quale, all’assemblea di Confindustria ha detto che durante la crisi non si sciopera. “Arrivare a uno sciopero ogni giorno è sbagliato: ci si divide tra sindacati e si dà l’impressione di andare a rimorchio dell’opposizione”. Angeletti si è limitato a dire:”Non faccio commenti, mi verrebbero solo battute che è meglio evitare”.

Fonte: www.cgil.it

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti