CCNL studi professionali, slitta di un mese l'applicazione dell'accordo

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento




L’applicazione dell’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL per i dipendenti degli studi professionali, firmata lo scorso 27 settembre, slitterà di un mese. Il nuovo CCNL sarà applicato con la retribuzione di novembre 2011 e non più da ottobre come previsto in origine.

Si legge nel comunicato di Confprofessioni: “Le parti hanno infatti raggiunto un accordo, con decorrenza triennale dall’1 ottobre 2010, che recepisce la nuova disciplina dell’apprendistato (Testo Unico dell’apprendistato 11/7/2011) e stabilisce un aumento retributivo al 3° livello pari ad 87,50 euro a regime e l’adeguamento del valore degli scatti di anzianità.

Il prossimo passaggio sarà la firma ufficiale del contratto attesa entro la fine di novembre, dopo il via libera delle associazioni professionali aderenti a Confprofessioni e dei lavoratori.  In attesa della firma ufficiale, trova applicazione la precedente versione del contratto, siglata nel 2006 e integrata con l’accordo del 2008. L’adeguamento retributivo sarà, quindi, applicabile con la retribuzione di novembre 2011, con conseguente erogazione degli arretrati fino al mese di ottobre 2011.

Il presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella ha dichiarato:“L’accordo raggiunto con i sindacati sugli aumenti retributivi rappresenta l’ultimo tassello che definisce la parte economica del Ccnl. Adesso possiamo guardare con maggior serenità al futuro, consapevoli di aver costruito un contratto che premia la produttività negli studi”.

Attendiamo dunque la sottoscrizione del nuovo contratto

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti

  • Elisa

    Buonasera, ma l'aumento retributivo riguarda solo i dipendenti inquadrati al terzo livello o anche i livelli più bassi?
    il vostro sito è molto utile ed interessante in quanto il nostro settore è molto trascurato.
    grazie mille