Contratti: rinnovato CCNL agroalimentare, fiori recisi

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento




Il 7 luglio è stata sottoscritta da Flai-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs Uil e Ancef  l’intesa per il rinnovo del CCNL del settore dei fiori recisi. Il contratto era scaduto lo scorso 31 dicembre e, riguarda circa 3000 lavoratori occupati nelle aziende della lavorazione, del commercio e del trasporto di fiori freschi recisi, del verde e di piante ornamentali.

Il contratto avrà durata triennale e prevede un aumento salariale di 115 euro (+8,90%) al parametro medio per un totale di 3.310,44 euro in più nei tre anni. “Gli aumenti saranno erogati in tre tranches, la prima di 42,32 euro dall’1.1.2010, la seconda di 36,82 euro dall’1.1.2011 e la terza di 35,86 euro dall’1.1.2012.

Sono stati stabiliti, inoltre, l’aumento degli scatti di anzianità; un aumento del contributo del datore di lavoro per la previdenza complementare; la possibilità per i lavoratori di chiedere l’anticipo del TFR anche per la cura e lo svolgimento delle terapie riabilitative; l’istituzione di un confronto per la creazione dell’assistenza sanitaria complementare”.

Fonte: www.cgil.it

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti

  • maurizio

    mia moglie lavora in un negozio di fiori con un contratto part-time indeterminato, non è a conoscenza del nuovo contratto CCNL FIORI RECISI, ne tanto meno è stata informata, come deve comportarsi?

    • Il datore di lavoro non è tenuto a comunicare il rinnovo del contratto, anche perchè questo se non erro riguarda solo la parte economica, quindi dovrebbe trovare dei cambiamenti, anche se minimi, direttamente in busta paga.