Ddl lavoro: Cgil annuncia presidi davanti a Montecitorio per il 28 aprile

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento




Dopo la mobilitazione dello scorso 26 aprile, con centinaia di  presidi davanti alle prefetture di tutta Italia, la Cgil continua ad alzare la voce contro il collegato lavoro. E’ stato promosso un altro presidio per domani, 28 aprile, a partire dalle 14, dinanzi a Montecitorio, in occasione della votazione del provvedimento in aula.

Il sindacato sin dall’inizio si è opposto a questa riforma del diritto del lavoro.  Le correzioni al testo collegato lavoro proposte in Commissione Lavoro alla Camera sono state ritenute dalla CGIL insufficienti e non rispondenti alle osservazioni critiche mosse dal presidente della Repubblica.

In particolare il Segretario Confederale della CGIL Fulvio Fammoni ha puntato il dito contro gli aspetti ‘controversi’ del provvedimento, ovvero arbitrato e conciliazione, sostenendo che “insieme all’intero impianto del provvedimento del governo, fanno parte di un disegno organico, partito dal Libro Verde del ministro Sacconi nel luglio del 2008, che ha come obiettivo la riduzione sistematica dei diritti dei lavoratori, la marginalizzazione della contrattazione collettiva e perfino della magistratura del lavoro”.

Fammoni continua: “Se dopo tutti i pareri contrastanti provenienti anche da eminenti giuristi di diversa estrazione, la legge venisse approvata la CGIL è pronta ad aiutare e tutelare i lavoratori senza aspettare il giudizio di costituzionalità che avrà invece tempi troppo lunghi”.

Fonte: www.cgil.it

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti