Emilia Romagna: assegni formativi per i lavoratori a progetto


Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

La regione Emilia Romagna, nell’ambito del Piano delle politiche attive per attraversare la crisi, approvato nel luglio scorso in attuazione del Patto sottoscritto tra la Regione e le Parti sociali, ha  stanziato due milioni di euro per l’assegnazione di voucher formativi ai co.co.pro che, prestanti collaborazione con aziende colpite dalla crisi, sono rimasti senza occupazione.

Con i voucher i lavoratori potranno partecipare alle attività formative contenute nel Catalogo regionale dei percorsi di qualificazione e riqualificazione.

Destinatari del provvedimento sono quei collaboratori a progetto che hanno lavorato in aziende con lavoratori dipendenti sospesi con diritto al trattamento di integrazione salariale ordinaria e straordinaria o alla indennità di disoccupazione, comprese quelle aziende che nel 2009 hanno collocato in mobilità i propri dipendenti o quelle i cui dipendenti licenziati godono di ammortizzatori sociali, anche in deroga.

Al momento della presentazione della domanda i lavoratori a progetto devono essere ancora privi di lavoro e residenti in Emilia-Romagna.

Le domande potranno essere inoltrate entro le ore 12 del 1 marzo 2010.
La Regione assegnerà un punteggio alle richieste e stilerà una graduatoria. Priorità sarà data alle donne, a chi ha meno di 31 anni, a chi è in possesso di titoli di studio inferiori (a partire dal diploma di scuola secondaria di primo grado), alle fasce di reddito inferiori ai 10 mila euro e a coloro che sono rimasti privi di occupazione tra l’1 gennaio e il 31 agosto 2009.

Ulteriori informazioni nel sito www.atipici.net

Fonte:www.regione.emilia-romagna.it

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti

I commenti sono chiusi.