Isola dei cassaintegrati, qualcosa si muove

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento




Qualcosa inizia a muoversi nella vicenda della Vinyls di Porto Torres e Marghera. Il giornale “Nuova Sardegna” riporta la notizia di un accordo tra  gli arabi della Ramco Trading & Contracting e l’Eni, siglato  il 19 marzo, di arrivare alla firma di un accordo vincolante entro il prossimo 15 aprile.

“Un ulteriore passo avanti dopo che, il ministero dello Sviluppo economico  ha autorizzato i commissari straordinari di Vinyls a pubblicare su quotidiani esteri e nazionali un invito «a manifestare interesse all’acquisto e/o all’affitto dei complessi facenti capo alla società».

In effetti “i commissari straordinari di Vinyls stanno definendo le modalità per la pubblicazione del bando internazionale sui quotidiani italiani e stranieri che dovrebbe avere come tempi di scadenza, per le dichiarazioni di interesse, 24 giorni”.

Se si contiuna su questa strada, forse già a fine aprile la triste vicenda Vinyls troverà una conclusione. Nel frattempo i lavoratori che hanno dato vita all’isola dei cassaintegrati, continuano la loro protesta, insieme ad altri colleghi che dal 7 gennaio occupano la Torre aragonese di Porto Torres.

Nella giornata di domenica gli isolani sono stati raggiunti dai familiari; tutti  indossavano la maglia bianca dell’Isola dei Cassintegrati con il logo «la Nostra Isola» e la scritta «Chi lotta può perdere ma chi non lotta ha già perso».

Continua a crescere anche il sostegno del popolo di facebook che attualmente conta oltre 74mila membri.

Ragazzi tenete duro, tutta l’Italia vera, onesta e lavoratrice è con voi!

Fonte: www.lanuovasardegna.gelocal.it

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti