Sacconi vuole riformare lo Statuto dei lavoratori

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Non è bastato il colpo che verrà inferto alla norma principe dello Statuto dei lavoratori dal ddl lavoro (e sto parlando dell’art.18!), ora si vuole andare oltre e procedere a cambiare la legge 300/70.

Il 27 marzo scorso, il ministro del Lavoro annuncia che il governo intende porre all’esame del Parlamento un ddl delega per cambiare lo Statuto dei lavoratori.’

“Tra poco ricorreranno 40 anni dello Statuto dei lavoratori, dobbiamo andare oltre e in questo ci aiuta l’idea di Marco Biagi’, aggiunge Sacconi.’Con la consapevolezza che al di la’ di uno zoccolo inderogabile di diritti di legge, si debba operare per diritti organizzati in modo flessibile e sulla base della sussidiarieta’ con le parti sociali”.

Diritti organizzati in modo flessibile? ma che significa?!!! Un diritto o è tale o non lo è! Questa dichiarazione mi allarma un bel pò. Staremo comunque a vedere in che direzione vorrà muoversi il governo; con la certezza che, ove si muoverà in direzioni sbagliate e contrarie alla difesa dei lavoratori, la lotta è già pronta!

Fonte ansa.it

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti