Sanità: sciopero dei medici

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento




E’ indetto per il 13 ottobre, lo sciopero dei medici per protestare contro la manovra del governo. La manifestazione, avrà luogo a Roma, in Piazza Montecitorio a partire dalle 12 di domani.

La sanità non si tocca”; sarà questo lo slogan che accompagnerà lo sciopero indetto dai sindacati confederati ed autonomi, dipendenti e convenzionati, per un totale di 25 sigle.

“Questo governo – sostiene Massimo Cozza, Segretario nazionale FP CGIL Medici – dopo averci insultato con il ministro Brunetta, definendoci macellai e fannulloni, ci ha colpito 16 volte”: taglio delle risorse per la sanità, congelamento della retribuzione; blocco del contratto e delle convenzioni; stop al turn over; precari dimezzati; spesa per la formazione al 50%; precarietà degli incarichi; pensioni posticipate e allungamento dei requisiti di età; pensione a 65 anni per le donne; TFR dopo due anni e poi diluito in tre; rottamazione per chi ha 40 anni di contributi; trasferimenti regionali unilaterali; prelievo forzoso oltre i 90 mila euro; decurtazione per malattia; limitazione al diritto al part time; aumento dell’Iva a carico dei medici di famiglia.

Secondo i primi dati di una ricerca che sta effettuando l’EPSU (Sindacato europeo dei servizi Pubblici) sui salari del personale ospedaliero in Europa, i medici italiani risultano retribuiti meno dei loro colleghi francesi, tedeschi e inglesi. A fronte di una retribuzione media annua dei medici italiani che al 2009 si attesta sui 75.179 euro (senza l’indennità di esclusività, valore medio 10.338 euro, per chi opera solo nel pubblico, che non viene percepita da tutti i medici), in Germania il contratto base valido dal maggio 2010 prevede un salario lordo medio di 86.464 euro; lo stipendio base medio annuo di uno specialista (consultant) del sistema sanitario nazionale britannico, dopo 10 anni di carriera, dal 1° aprile 2010 è di 102.790 euro (89.370 sterline); in Francia la media annua di un medico ospedaliero a tempo pieno (dati 2008) è di 115.727 euro.

Fonte: www.cgil.it

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti

  • roby

    A fronte del fatto che non solo i medici, ma molti lavoratori "comuni" degli altri settori, percepiscono medno dei loro "simili" negli altri paesi europei, mi farebbe piacere sapere quanti medici sono assunti direttamente dai vari sistemi nazionali e quanti in italia…magari scopriremmo che negli altri paesi prenderanno qualcosa in più, ma sono nettamente meno…mi sblaglio?