Sciopero Alitalia e Meridiana, ma non sono gli unici

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento




Oggi  (22 marzo) dalle 12 alle 16 si asterranno dal lavoro piloti ed assistenti di volo del gruppo Alitalia Cai-AirOne, aderenti alla Filt Cgil e alle associazioni professionali dei piloti Ipa (associazione federata alla Cgil) e Anpac. Allo sciopero aderiscono anche gli assistenti di volo dell’Avia e dello Sdl.

Motivo dello sciopero è “la mancata soluzione a tutti i problemi del personale navigante”. Si fermeranno, sempre dalle 12 alle 16, anche i dipendenti Alitalia aderenti a Federvolo e Assovolo-Cisal. In concomitanza con i lavoratori di Alitalia, si asterranno anche i lavoratori di Meridiana Fly. La mobilitazione è stata indetta da Filt Cgil, Anpac, Up, Avia e Sdl.

Martedi, stop  degli addetti all’handling di Filt Cgil, Fit Cisl, Uil-trasporti e Ugl-trasporti di tutti gli scali nazionali per “l’indisponibilità delle aziende di handling e dell’associazione Assohandlers al rinnovo del contratto, scaduto da oltre due anni”.

Sempre per martedi è previsto anche lo sciopero dei lavoratori Telecom del settore informatico “contro l’esternalizzazione di oltre due mila loro colleghi, primo passo verso una drastico tagli di posti di lavoro”. Lo sciopero è stato indetto dalla Slc Cgil insieme a Fistel Cisl e Uilcom Uil. “Dopo la costituzione di una scatola vuota come Hrs dove far confluire migliaia di amministrativi per poi ‘efficentare’ (leggasi ridurre il personale) – sostiene in una nota -, Telecom ha avviato in questi giorni la cessione di migliaia di informatici, professionalità elevate, con lo scopo esclusivo di ridurre il costo del lavoro e i livelli occupazionali”.

Fonte: rassegna.it

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti