Social card: consegna differita della carta acquisti da parte del gestore del servizio Poste Italiane

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Con messaggio numero 12206 del 05-05-2010 l'INPS illustra la nuova procedura di consegna della social card o carta acquisti preannunciato con messaggio numero 470 del 7 gennaio 2010. Il gestore di servizio sarà Poste Italiane.

Con messaggio numero 12206 del 05-05-2010 l’INPS illustra la nuova procedura di consegna della social card o carta acquisti preannunciato con messaggio numero 470 del 7 gennaio 2010. Il gestore di servizio sarà Poste Italiane.

1. Premessa

Con messaggio n. 470 del 7 gennaio 2010 è stato preannunciato il nuovo procedimento di consegna della carta da parte di Poste Italiane, gestore del servizio, che come stabilito dall’art. 1, lettera d) del  decreto n. 95416 del 30 novembre 2009 sarà effettuata già con disposizione finanziaria successivamente all’ammissione al beneficio.

Di seguito vengono illustrate le nuove modalità di consegna della Carta Acquisti, già operative dal 12 aprile 2010.

2. Il processo di rilascio della Carta Acquisti

Si illustrano le varie fasi che portano al rilascio della Carta Acquisti:

  1. la domanda deve essere presentata dai richiedenti presso un ufficio postale;
  2. Poste Italiane S.p.A. invia all’INPS un flusso con i dati delle nuove domande;
  3. l’INPS elabora le richieste pervenute e verifica, sulla base dei criteri definiti nelle norme di attuazione, la rispondenza ai requisiti;
  4. l’INPS trasmette a Poste Italiane S.p.A. per via telematica, gli esiti delle verifiche eseguite; se l’esito della verifica è positivo verrà indicato anche l’importo da accreditare sulla Carta e verrà data disposizione di consegnare una Carta attiva e carica;
  5. Poste Italiane S.p.A. provvede ad inviare una lettera:
    1. di respinta nel caso in cui non si riscontri il diritto
    2. di accoglimento nel caso in cui si riscontri il diritto, invitando il titolare della carta a recarsi presso l’ufficio postale, presso cui ha presentato la domanda, per ritirare la carta attiva e carica.

3. Gestione delle carte

Nulla è innovato in merito alla gestione delle carte; le carte sono uno strumento finanziario a tutti gli effetti e seguono la stessa normativa relativa alle carte prepagate.

Si illustrano alcuni esempi:

  • smarrimento o furto della carta: dovrà essere presentare denuncia alle autorità competenti e successivamente, con copia della denuncia, sarà possibile chiedere alle Poste un duplicato della carta precedente;
  • smagnetizzazione della carta: sarà cura degli uffici postali sostituire la carta smagnetizzata.
  • restituzione della carta: nei casi in cui, a qualsiasi titolo (ad esempio: decesso del beneficiario), una carta debba essere riconsegnata, il titolare dovrà recarsi presso un ufficio postale.
Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti