Bonus mobilità, come fare domanda? Attiva la piattaforma www.buonomobilita.it

Al via la domanda di bonus mobilità 2020 sulla piattaforma www.buonomobilita.it Come richiedere il buono bici e monopattini fino a 500 euro

Bonus mobilità, come fare domanda? E’ online dalle ore 9 di questa mattina la piattaforma web su www.buonomobilita.it per richiedere il buono mobilità fino a 500 euro. Come ovvio sono diverse migliaia le persone in attesa di poter accedere alla procedura, che comunque sembra poter reggere il carico. Dopo un’ora, intorno alle ore 10, sono circa 300 mila persone le persone collegate e in fila per richiedere il bonus bici e monopattini.

Infatti il Ministero dell’Ambiente, tramite Sogei, ha messo appunto un sistema di coda online, per evitare che le domande siano inserite tutte contemporaneamente l’utente semplicemente viene messo in coda e quindi potrà inserire la domanda quando arriva il suo turno.

Ma vediamo qui di seguito come richiedere il bonus bici e monopattini e le ulteriori novità previste dal decreto.

Come richiedere il bonus mobilità 2020

Dal 4 maggio 2020 fino alla data d’inizio dell’operatività definitiva del form dedicato al bonus Bici e Monopattino (3 novembre 2020), era possibile acquistare bici, bici con pedalata assistita, monopattini, segway e affini a prezzo intero per poi ricevere il rimborso del 60%, fino ad un massimo di 500 euro, del suo costo effettivo.

Per poter richiedere il rimborso non sarà necessario scaricare nessuna applicazione ma bisogna registrarsi ed accedere alla una nuova piattaforma dedicata. Infatti, le domande per ottenere il rimborso devono essere effettuate attraverso la compilazione di un form presente sul sito predisposto del ministero dell’Ambiente raggiungibile all’indirizzo www.buonomobilita.it

La compilazione del form, almeno nelle fasi di prenotazioni è molto semplice e veloce. All’inizio il sistema chiede se si è in possesso di SPID (obbligatorio per accedere) e in quale città si è residenti. Il sistema inoltre ricorda di avere a portata di mano il proprio IBAN.

In questo modo si inizia a sfoltire la procedura evitando di mettere in coda persone che non hanno i requisiti per accedere (residenza in comuni diversi da quelli beneficiari del bonus, mancanza di SPID ecc.) Successivamente tutto quello che bisogna fare è inserire i propri dati personali, i dati dello scontrino o fattura ed inserire il proprio IBAN.

Infine, entro 10/15 giorni successivi alla richiesta, il ministero accrediterà automaticamente la percentuale di rimborso direttamente sul proprio conto corrente indicato in fase di richiesta.

Domanda bonus mobilità 2020: area beneficiari

Domanda bonus mobilitàUna volta preso il numero della fila il sistema ci avverte che quando sarà il proprio turno, si avranno a disposizione 20 minuti di tempo per accedere al sito.

Nell’attesa una finestra ricorda che:

  • l’ingresso alla sala d’attesa non dà la garanzia automatica del rimborso o della generazione del buono mobilità;
  • l’accesso e/o la registrazione al sito non dà diritto alla corresponsione del contributo, che sarà erogato fino all’esaurimento dei fondi disponibili;
  • l’accesso all’area riservata avviene esclusivamente con credenziali SPID con livello di sicurezza 2;
  • il tempo di permanenza all’interno del sito è stabilita in 20 minuti a partire dall’accesso; nel caso in cui non si riuscisse a completare la richiesta di contributo nel tempo stabilito, si verrà indirizzati al sistema di accodamento e si dovrà effettuare un nuovo accesso;
  • in caso di richiesta di rimborso si consiglia di avere con sé iban, copia elettronica del giustificativo di spesa in formato PDF, JPG o PNG (max 3MB) e partita iva dell’esercente;

Nella stessa finestra è presente il numero di coda. Intorno alle ore 10, quindi un’ora dopo la pubblicazione della piattaforma, sono presenti in coda circa 300 mila persone.

Buono mobilità: voucher per l’acquisto di bici e monopattini

Dall’operatività effettiva della nuova piattaforma, non sarà più necessario effettuare la richiesta di rimborso inerente all’acquisto di una bici elettrica oppure un monopattino, ma si potrà richiedere un voucher elettronico da presentare in negozio in modo tale da poter ricevere uno sconto diretto sul prezzo.

Tale procedura potrà essere effettuata solo ed esclusivamente per gli acquisiti effettuati dopo la pubblicazione del form di richiesta ufficiale del Ministero (presumibilmente il 4 novembre 2020); mentre per gli acquisiti effettuati prima di tale data sarà necessario richiedere il rimborso attraverso le modalità precedentemente indicate.

I fondi stanziati per il bonus mobilità bici e monopattini

Visto l’elevato numero di acquisti effettuati dal 4 maggio 2020 ad oggi, il governo ha deciso di stanziare ulteriori fondi per il Bonus Mobilità raggiungendo così la cifra di 210 milioni di euro.

Nonostante però l’elevata somma messa a disposizione, c’è ancora il rischio che molti acquirenti potrebbe non avere il rimborso. Per riassicurare tutti i cittadini ed incentivare l’acquisto di mezzi eco-sostenibili, il governo ha dichiarato che tutti i rimborsi non effettuati verranno rifinanziati nella prossima legge di bilancio.

Va precisato però che prima di tutto verranno rimborsati i cittadini che hanno già effettuato l’acquisto di un mezzo elettrico, poi con i restanti fondi messi a disposizione, saranno erogati i voucher elettronici per poter ricevere lo sconto diretto sul prezzo finale.

Per garantire la massima trasparenza, il governo ha deciso di inserire nella piattaforma un countdown che mostrerà in tempo reale quanti soldi sono rimasti a disposizione per l’erogazione del bonus.

Chi può richiedere il bonus mobilità?

Nonostante le molteplici novità, i requisiti richiesti per poter richiedere il bonus bici non cambiano.

Infatti, possono fare domanda solo i cittadini maggiorenni residenti in una delle seguenti città metropolitane:

  • Bari,
  • Bologna,
  • Cagliari,
  • Catania,
  • Firenze,
  • Genova,
  • Messina,
  • Milano,
  • Napoli,
  • Palermo,
  • Reggio Calabria,
  • Roma Capitale,
  • Torino,
  • Venezia.

Oppure che hanno la residenza:

  • Nei capoluoghi di Regione e di Provincia anche sotto i 50.000 abitanti;
  • Comuni con più 50.000 abitanti;

Quali mezzi si possono acquistare con il bonus Mobilità

Possono essere acquistati con il bonus bici e monopattino tutte le tipologie di biciclette muscolari, Bici a pedalata assistita, monopattini, segway elettrici.

Inoltre, va precisato che il bonus mobilità può essere utilizzato anche per gli acquisiti di mezzi usati presso i rivenditori autorizzati.

Condividi

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679