Navigazione:Legge di Bilancio 2019

Legge di Bilancio 2019

Legge di Bilancio 2019

La Legge di bilancio 2019 è la legge della Repubblica Italiana con la quale viene approvato il bilancio dello Stato. Entra in vigore a gennaio dell’anno successivo in cui viene approvata e dall’anno di entrata in vigore prende anche il nome.

La manovra finanziaria insieme al Def (acronimo di documento di economia e finanza) è uno dei momenti più attesi e importanti del Paese. E’ dalla legge di stabilità infatti che dipendono i conti pubblici e si può vedere l’indirizzo economico-politico del Governo.

Il primo step è l’aggiornamento del Def; subito dopo si entra nel vivo della discussione nel momento in cui il Consiglio dei Ministri approva il disegno di legge di bilancio.

A questo punto il Ddl va in discussione alla rispettive commissioni bilancio di Camera e Senato; solo dopo questo doppio passaggio si passa alla conversione in legge nelle due aule parlamentari.

In questi passaggi si potrebbero avere delle modifiche al testo iniziale, a meno che il Governo decida di porre la fiducia sul provvedimento. In caso di fiducia il testo non può essere modificato dal Parlamento e in caso di mancata approvazione si avrebbe una crisi di Governo parlamentare.

Legge di bilancio 2019, di tipo espansiva

Il Governo ha deciso attraverso l’approvazione della modifica al Def che la la prossima manovra finanziaria sarà molto coraggiosa e differente dalle precedenti. Infatti per poter portare avanti il programma di Governo si è deciso insieme al Ministro dell’Economia di portare il rapporto deficit PIL al 2.4%.

All’interno della legge di bilancio 2019 dovremmo trovare:

  • la sterilizzazione Iva;
  • superamento della Fornero e quota 100;
  • Reddito di cittadinanza;
  • Pensione di cittadinanza;
  • Flat tax
  • Pace fiscale (rottamazione cartelle 2019);
  • Altri Bonus fiscali
  • Sgravi per le assunzioni

Una volta approvato il Def, come anticipato sopra, si passa all’esame della Manovra finanziaria; il testo della manovra dovrà essere presentato tramite un disegno di legge entro il 15 ottobre 2018.