Il decreto liberalizzazioni è legge

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Lo scorso 22/03, il Parlamento ha approvato il cd. decreto liberalizzazioni nr. 1/2012, convertito in L. 27/2012, già pubblicato nella G.U. nr 71 del 24/03

Lo scorso 22 Marzo, il Parlamento ha approvato il decreto legge recante disposizioni per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività (decreto liberalizzazioni) nr. 1/2012, convertito in Legge nr. 27/2012, già pubblicato nella Gazzetta Ufficiale nr 71 dello scorso 24 marzo.

Il testo definitivo approvato in Parlamento conferma tutte le priorità del disegno originario: le imprese, le professioni, i cittadini.

Quanto alle imprese, la legge, riduce di molto le incombenze burocratiche, agevolando il lavoro quotidiano degli imprenditori, dando loro l’opportunità di concentrare gli sforzi sul lavoro quotidiano, anziché sugli adempimenti formali.

È in questa direzione che muovono le misure tese ad accelerare il pagamento dei debiti delle amministrazioni statali verso le imprese. Grazie alla nuova legge, infatti, le pubbliche amministrazioni avranno la facoltà di comporre bonariamente con i propri creditori le ragioni di credito e debito.

Potranno farlo attraverso istituti specifici: la compensazione, la cessione di credito e le transizioni condizionate alla rinuncia a interessi e rivalutazione monetaria.

E’ stata inoltre introdotta la possibilità di attribuire un rating di legalità alle imprese, al fine di diffondere le buone prassi tra gli imprenditori. Un buon rating di legalità consentirà agli imprenditori di avere linee facilitate di accesso al credito e di partecipare prioritariamente al concorso di fondi pubblici per lo sviluppo delle imprese.

Professioni: stop alle tariffe minime; il compenso verrà pattuito al momento dell’incarico senza l’obbligo di metterlo per iscritto. Il tirocinio non può durare più di 18 mesi; riconosciuto un rimborso spese dopo i primi sei.

Il Parlamento ha ritenuto opportuno stabilire un’apposita disciplina transitoria che renderà immediatamente operativa l’abolizione definitiva di tutte le tariffe professionali.

1 2 3
Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti