Il dl semplificazioni è legge

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


La Camera da il via libero definitivo al decreto legge nr. 5/2012, in tema di semplificazioni e sviluppo

La Camera ha approvato con 394 sì, 49 no e 21 astenuti, il disegno di legge di conversione del decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, recante disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo.

Il provvedimento si compone di 75 articoli (dodici in più rispetto alla versione approvata dal Consiglio dei ministri), tutti volti a favorire sia la semplificazione in favore dei cittadini e per le imprese, sia a fornire sostegno ed impulso allo sviluppo del sistema economico, attraverso disposizioni che incidono sulla materia dell’innovazione tecnologica, dell’università, dell’istruzione, delle strutture energetiche e del turismo.

Il provvedimento demanda la sua attuazione a  numerosi adempimenti (regolamenti di attuazione e di delegificazione, decreti del Presidente del Consiglio dei ministri, decreti interministeriali, decreti ministeriali; altre disposizioni prevedono la stipula di convenzioni, l’adozione di linee guida e di provvedimenti del direttore dell’Agenzia delle Dogane); alcune disposizioni introducono misure di carattere sperimentale, per esempio in materia di semplificazione amministrativa.

Tra le maggiori novità introdotte durante l’iter parlamentare si evidenzia:

  • Superamento del blocco della consistenza degli organici della scuola: a partire dall’anno scolastico 2012-2013, gli organici delle scuole verranno stabiliti ogni tre anni sulla base della popolazione studentesca.
  • Ripristinato il fondo “antidisgrazie” che prevede che, qualora n caso di calamità naturali –  sia utilizzato il Fondo di riserva per le spese impreviste, quest’ultimo è corrispondentemente e obbligatoriamente reintegrato in pari misura con le maggiori entrate derivanti dall’aumento dell’aliquota dell’accisa sulla benzina e sulla benzina senza piombo, nonché dell’aliquota dell’accisa sul gasolio usato come carburante.

Per il resto, sono confermate le misure già elencate in precedenza sia in generale che, le novità per il mondo del lavoro, oltre che in materia di interdizione anticipata per maternità, appalti e assunzioni extracomunitari stagionali

Torneremo ad analizzare nel dettaglio il testo di legge e le novità introdotte nel corso dell’approvazione.

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti