Istat: la disoccupazione giovanile segna 29,2%

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


I dati provvisori dell'Istituto di statistica sull'occupazione: disoccupazione giovanile al 29,2%; in crescita la disoccupazione femminile.

L’Istat, lo scorso 2 luglio, hapubblicato  una stima  provvisoria sull’occupazione nel mese di maggio 2010.

“Il numero di occupati a maggio 2010 (dati destagionalizzati) risulta in diminuzione dello 0,2 per cento rispetto ad aprile (quando era aumentato dello 0,2 per cento) e dell’1,1 per cento rispetto a maggio 2009.

Il tasso di occupazione è pari al 56,9 per cento, in diminuzione di 0,1 punti percentuali rispetto ad aprile e di 0,8 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente”.

Il numero delle persone in cerca di occupazione diminuisce dello 0,1 per cento rispetto ad aprile, segnando un aumento del 15,5 per cento rispetto a maggio 2009.

Invariato il tasso di disoccupazione che,  per il terzo mese consecutivorimane  all’8,7%; l’aumento rispetto a maggio 2009 è di 1,2 punti percentuali.

Il tasso di disoccupazione giovanile è pari al 29,2 per cento, con un aumento di 0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 4,7 punti percentuali rispetto a maggio 2009.
Il numero di inattivi di età compresa tra 15 e 64 anni aumenta, a maggio 2010, dello 0,4 per cento rispetto ad aprile e dello 0,9 per cento rispetto allo stesso periodo del 2009. Il tasso di inattività è pari al 37,7 per cento, con un aumento di 0,2 punti percentuali rispetto sia al mese precedente sia a maggio 2009.

Invariata anche l’occupazione maschile rispetto ad aprile. Continua a crescere la disoccupazione femminile che maggio e sulla base della stima provvisoria degli analisti Istat, risulta pari al 10,1%. In aumento rispetto ad aprile (0,1 punti percentuali) e rispetto a maggio 2009 (+1,2 punti percentuali). Invece il tasso di disoccupazione maschile si attesta al 7,7%, stabile rispetto ad aprile e in aumento rispetto a maggio 2009 (1,1 punti percentuali).

Il tasso di occupazione maschile risulta pari al 67,9 per cento, invariato nell’ultimo mese e in calo di 0,8 punti percentuali negli ultimi dodici mesi. Il tasso di occupazione femminile a maggio è pari al 46,0 per cento, con una riduzione di 0,2 punti percentuali rispetto ad aprile e di 0,8 punti percentuali rispetto a maggio 2009.

Fonte: www.istat.it

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti