Istat: pensioni delle donne 40% più basse degli uomini

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Pubblicazione Istat sulle pensioni in Italia dal titolo "Trattamenti pensionistici e beneficiari: un’analisi di genere"

L’Istat ha pubblicato uno studio sulle pensioni in Italia dal titolo “Trattamenti pensionistici e beneficiari: un’analisi di genere”. I dati sono relativi all’anno 2012 ma sono indicativi dell’andamento del sistema pensionistico italiano. Le donne risultano essere poco più della metà dei pensionati in Italia, circa il 52%, ma percepiscono circa il 60% della pensione degli uomini.

L’importo medio annuo delle pensioni al femminile è pari a 8.965 euro, mentre per i pensionati, la media si attesta introno ai 14.728 euro. Inoltre più della metà delle donne (52%) percepisce meno di mille euro, contro un terzo (32,2%) degli uomini.

Nel 2012 sono stati erogati 23.577.983 trattamenti pensionistici: il 56,3% a donne e il 43,7% a uomini.

Le donne rappresentano il 52,9% dei pensionati (8,8 milioni su 16,6 milioni), ma L’importo medio annuo delle prestazioni di titolarità femminile è pari a 8.965 euro, il 60,9% di quello delle pensioni di titolarità maschile, che si attesta a 14.728 euro.

Dei 626.408 nuovi pensionati del 2012, le donne rappresentano il 52% e percepiscono redditi più bassi (10.953 a fronte dei 17.448 degli uomini).

Il numero di trattamenti percepiti dalle donne è mediamente superiore a quello degli uomini, di conseguenza il divario economico di genere si riduce al 42,9% se calcolato sul reddito pensionistico (pari a 19.395 euro per gli uomini e a 13.569 per le donne).

Tra il 2002 e il 2008, la forbice reddituale tra pensionati e pensionate è aumentata di 2,1 punti percentuali (4,4 punti con riferimento agli importi medi delle singole prestazioni); a partire dal 2008 si è osservata una progressiva riduzione che tuttavia ha mantenuto i livelli di disuguaglianza superiori a quelli del 2004.

Continua a leggere sul sito dell’Istat

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti