La green economy e il green job

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


L’ economia verde è l’insieme di industrie e di servizi di stampo ecologico, basate prevalentemente sulle risorse rinnovabili.

Negli ultimi anni, in un mondo votato all’autodistruzione in cui la crisi economica non ha risparmiato nessuno, dove i livelli di disoccupazione sono ovunque alle stelle e, soprattutto, dove sempre più spesso sentiamo parlare di buco dell’ozono, scioglimento dei ghiacci, riscaldamento delle acque etc, ecco che spuntano nuove economie e nuove prospettive di occupazione “nel verde”. Sto parlando della cosiddetta “green economy” e dei nuovi “mestieri verdi” ad essa collegati.

L’ economia verde è l’insieme di industrie e di servizi di stampo ecologico, sempre più fiorente negli ultimi anni, basate prevalentemente sulle risorse rinnovabili (come le biomasse, l’eolico, il solare, l’energia idraulica) che mira oltre che a ridurre l’inquinamento locale e globale, anche ad istituire un’economia sostenibile.

I vantaggi della green economy sarebbero notevoli: oltre che dal punto di vista ambientale (e non è poco), la nuova economia porterebbe con se la nascita di tanti nuovi posti di lavoro i cd “green job”. Il termine inglese indica i “mestieri verdi”, ossia  tutte quelle professioni che sono nate o si sono sviluppate intorno all’industria e ai servizi di stampo ecologico (bioingegnere, certificatore energetico, energy manager, istallatori etc). I green job hanno dato un’occupazione a 3,4 milioni di lavoratori in Europa ma non solo.

Il nuovo rapporto di Greenpeace “Working for the Climate: Green Job [R]evolution”, realizzato in collaborazione con il Consiglio europeo per l’energia rinnovabile (EREC) evidenzia come entro il 2020, in base allo scenario della rivoluzione energetica si raggiungerebbero 10,5 milioni di posti di lavoro.

Nello scenario della Rivoluzione Energetica, i posti di lavoro ottenibili in Italia al 2030 sarebbero 96mila tra produzione di energie rinnovabili e efficienza, il 144% in più rispetto ai 39mila dello scenario di riferimento tendenziale.

L’occupazione totale nel settore dell’energia sarebbe di 102mila occupati al 2030 nello scenario della Rivoluzione Energetica, l’82% in più rispetto ai 56mila occupati dello scenario che si verificherebbe se nulla cambiasse nella politica energetica italiana.

Anche altri studi specifici per l’Italia, effettuati da istituti universitari, come la Bocconi, e da associazioni di categoria e sindacati, come lo studio Anev-UIL,  mostrano che, “investendo in energie rinnovabili e raggiungendo gli obiettivi europei previsti dal pacchetto Clima e Energia, in Italia esiste un potenziale di creazione di nuova occupazione raggiungibile nelle rinnovabili entro il 2020 di almeno 100mila posti di lavoro (fino a un massimo di 250.000). Il potenziale raggiungibile in termini occupazionali, dipenderà da quanto l’industria italiana sarà in grado di sfruttare le opportunità e di valorizzare la filiera produttiva delle tecnologie rinnovabili, riuscendo a stabilire una leadership nel mercato manifatturiero internazionale”.

Nel frattempo, per facilitare l’incontro tra domanda e offerta, in Italia è nato il primo sito internet di annunci di lavoro verdi. Ispirandosi a siti stranieri come Environmentjob, il portale italiano è dedicato alla ricerca del lavoro e alla selezione del personale orientato all’ecologia, alle professioni legate allo sviluppo della green economy e alle energie alternative. E’ green-job.it creato da infojobs e Timestars un canale che ha lo scopo di far incontrare la domanda con l’offerta di lavoro di aziende i cui servizi o prodotti sono destinati alla produzione di energie rinnovabili, alla tutela dell’ambiente o al miglioramento delle qualità di vita o di servizio in un’ottica di sostenibilità.

Chi è interessato potrà accedere ai servizi di greenjob, iscrivendosi e inserendo il proprio curriculum vitae; si troverà davanti un “mondo verde” di offerte lavorative, avallate dalla grande esperienza e professionalità (testate anche personalmente) del canale infojobs.

Fonte: greenpeace.org wikipedia.it

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti