Disabili, crescono i disoccupati, 1 su 2 è senza lavoro

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Cresce il numero di disoccupati fra le persone con handicap, la situazione peggiora con la crisi. A rivelarlo uno studio della CGIL

Secondo l’ufficio per i diritti dei portatori di handicap delle Nazioni Unite (Scrpd), nei Paesi industrializzati la disoccupazione dei portatori di handicap raggiunge il 50-70%. Mentre in Italia la Cgil rivela che sono oltre 750 mila le persone disabili iscritte alle liste di collocamento obbligatorio.

Il problema si aggrava con la recessione economica, infatti, in questa situazione, le aziende possono chiedere la sospensione dagli obblighi previsti dalla legge 68/99, sulle categorie protette, e in questo modo, il 25% dei posti riservati loro, nel pubblico e nel privato, rimane scoperto.

Secondo le stime dell’ILO, l’Organizzazione Internazionale per il Lavoro, inserite all’interno del rapporto “L’occupazione per la giustizia sociale e una globalizzazione equa”, un portatore di handicap non impiegato costa tra l’1% e il 7% del Pil.

Solo il 17% dei disabili occupati in Italia afferma di aver trovato lavoro grazie ai centri per l’impiego, secondo l’ultima indagine Istat (2004), mentre il 31% si è affidato alla rete di parenti e amici, il 20% ha partecipato a un concorso pubblico e il 16% ha inviato il curriculum in risposta agli annunci. La ricerca è quasi sempre lunga e molto difficile e l’80% dei disabili denuncia di aver cercato lavoro senza trovarlo.

Immagine: sordionline.com

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti