Rosarno: il tempo delle arance

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Nel video, “il tempo delle arance” realizzato da Insutv, nei giorni della rivolta degli immigrati di Rosarno, viene fuori uno spaccato desolante, una verità che in pochi forse conosciamo.

Voglio tornare a parlare degli schiavi di Rosarno e della loro triste storia. Come ricorderete a gennaio 2010, la pianura di Gioia Tauro è tornata alla ribalta delle cronache per la rivolta degli schiavi di Rosarno che, appunto si ribellarono dopo che, alcuni braccianti vennero feriti a colpi di arma da fuoco.

Pochi giorni fa, le indagini partite da quella rivolta si sono concluse con l’arresto di 31 persone e il sequestro di beni per 10 milioni di euro.

In rete ho trovato un bel cortometraggio, “il tempo delle arance” realizzato da Insutv, nei giorni della guerriglia, da dove viene fuori uno spaccato desolante, una verità che in pochi forse conosciamo, troppo presi come siamo a criminalizzare il diverso.

Rosarno: il tempo delle arance from Nicola Angrisano on Vimeo.

E’ scioccante sentire dire un ragazzo Nigeriano “ho sofferto tanto in Africa ma quello che sto vivendo qui è molto peggio”! e, fa rabbia, di quella incontrollabile, sentir dire ad un abitante di Rosarno (senza voler generalizzare) “ Hanno fatto così perchè siamo stati civili…il problema non dipende dalla ‘ndrangheta, tra loro ci sono delinquenti, rifugiati politici, disertori militari…” “Noi gli diamo lavoro per beneficenza”.

Sparare a brucia pelo a ragazzi extracomunitari che vanno in giro per il paese è civiltà? Essere rifugiato politico è un problema di ordine pubblico? Far lavorare 16 ore a giorno una persona, per 25 euro, non offrirgli una casa, acqua, e fargli pagare anche l’aria che respira è beneficenza? Beh allora io sono fiera di non averci capito niente di questa vita!

E la ‘ndrangheta in tutto questo? Beh forse non c’entra o forse si, perchè permettetemi di dirlo, è difficile immaginare che questo giro di soldi (perchè in fine di questo si tratta) sia possibile senza il tacito consenso dei clan della zona!

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti