Una canzone "precaria" per Sanremo

Il sito www.diversamenteoccupati.it ha lanciato l’iniziativa “Un motivo per Sanremo”, ossia, portare sul palco dell’Ariston un rap, fuori concorso che parla appunto di precarietà.

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

Come spesso accade negli ultimi tempi, molte belle iniziative partono dal web; questa che vi sto per raccontare mi ha particolarmente colpito oltre che per l’originalità, perchè rappresenta un buon modo per portare avanti la protesta dei precari.

Il sito www.diversamenteoccupati.it , gestito dal blogger romano Arnald ha lanciato in questi giorni l’iniziativa “Un motivo per Sanremo”, ossia, portare sul palco più famoso e seguito d’Italia, quello dell’Ariston (spesso monotono e ripetitivo con canzoni che parlano solo di amore e/o di cuore) un rap, fuori concorso che parla appunto di precarietà.

Si legge nel sito: “Nel 1985 Luis Miguel cantava: “noi ragazzi di oggi noi, con tutto il mondo davanti a noi…”. Ora che ce l’abbiamo dietro, il mondo, devo dire che non è tanto piacevole. Soprattutto quello del lavoro. Ma nessuno che ne parli mai, a Sanremo. Se vuoi che i cantanti si occupino di te devi essere gay o camorrista e avere una storia d’amore. Sfigata, naturalmente”.

La canzone, che personalmente, mi è piaciuta molto, è “Diversamente occupati” e, in poco più di quattro minuti analizza tutto il mondo precario dei co.co.pro, dei contratti a termine, della scarsa sicurezza sul lavoro e dello Stato che, con il contentino della disoccupazione poco fa, per cambiare questa situazione.

C’è anche un appello per invitare chi volesse, a scrivere un messaggio da portare a Sanremo insieme alla canzone: “Se anche per te progettare il futuro significa al massimo decidere cosa fare nel week-end, aiutaci a conquistare il palco di Sanremo con il nostro brano: sarà una grande occasione per portare in ogni casa la nostra protesta e idee per il futuro”.

Per chi volesse approfondire o inviare un messaggio può seguire questo link: www.unmotivopersanremo.wordpress.com

Di seguito potrete ascoltare il brano

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente redattrice di Lavoro e Diritti e impiegata nella PA.

Altri articoli interessanti

1 commento

  1. sono d'accordo; mi sembra un'ottima iniziativa che possa dar voce al serio problema del precariato.