Le problematiche nel godimento delle ferie

La dott.ssa Carla Binci con la sua consueta precisione ci spiega in una pratica mini-guida cosa sono le ferie e tutto ciò che vi ruota intorno.

Carla Binci

Le problematiche nel godimento delle ferie

Chi ha il potere di stabilire quando il lavoratore può godere delle ferie?

Deve tenersi conto delle esigenze dell’impresa e degli interessi del prestatore di lavoro (art.2109 c.c., comma2).

Il datore di lavoro deve comunicare preventivamente al lavoratore il periodo stabilito per il godimento delle ferie (art. 2109 c.c., comma 3).

FAC SIMILE

Periodo di godimento delle ferie individuali

Al lavoratore ………………………….

Luogo e data……………………………

Sig…………………………..

facendo seguito alla richiesta del………………………. , ovvero in base alla decisione della Direzione di questa azienda………………….; comunichiamo che il periodo di ferie annuali a lei spettante dovrà essere fruito dal…………………….. al………………………….

Il datore di lavoro…………………….

Conseguenza è che il lavoratore non può scegliere il periodo di godimento delle ferie .

C.Cassazione 14/04/2008 n.9816. Il lavoratore non può scegliere arbitrariamente il periodo di godimento delle ferie nè imputare a ferie la malattia , trattandosi di evento da contemperare con le esigenze dell’impresa, la cui prerogativa è riconducibile al potere organizzativo del datore di lavoro ( nella specie la Corte di Cass. ha confermato la sentenza impugnata che aveva ritenuto la legittimità del licenziamento del dipendente che, autoassegnandosi giornate di ferie, non si era recato al lavoro per più di tre giorni in violazione del c.c.n.l.).

Ferie collettive

In conseguenza del proprio potere il datore di lavoro può decidere il periodo di godimento delle ferie chiudendo l’azienda (normalmnete nel mese di agosto) sospendendo in toto l’attività ovvero di fermare solo alcuni reparti , in questi casi il lavoratore non può opporsi.

Se il lavoratore è in malattia durante il periodo di ferie annuali, al ritorno ha diritto a godere delle ferie in un diverso periodo , concordandolo con il datore di lavoro (Corte UE 10/09/2009 – C277/08).

Il datore di lavoro ha facoltà, a fronte di serie e apprezzabili ragioni, di richiamare il lavoratore già in ferie ; il lavoratore deve adempiere e riprendere il lavoro.

FAC SIMILE

Avviso di chiusa impresa per ferie collettive

Luogo e data ………………………..

Con la presente si informa tutto il personale che l’unità produttiva resterà chiusa dal………………………. al ……………………….; durante tale periodo tutto il personale sarà considerato in ferie.

Firma datore di lavoro…………….

 

Modalità di fruizione delle ferie

In base alla legge si distinguono 3 periodi di ferie :

  1. primo periodo di almeno due settimane da fruire nel corso dell’anno di maturazione ; se richiesto dal lavoratore deve essere goduto in modo continuativo,indispensabile che venga richiesto per tempo così da permettere al datore di alvoro di organizzarsi. I ccnl possono ridurre tale limiti minimi solo in presnza di eccezionali ragioni di servizio (Min.lavoro nota 18/10/2006, prot. 25/I/004908)
  2. secondo periodo sempre di due settimane che può eser fruito in modo frazionato , salvo particolari previsioni contrattuali , le due settimane (14 gg) vanno godute entro 18 mesi dal termine dell’anno di maturazione. In relazione a questo secondo periodo la contrattazione collettiva può spostare il termine per il godimento oltre i 18 mesi previsti dalla legge; nel caso in cui il termine previsto dal c.c.n.l. sia più breve di 18 mesi, il superamneto non da luogo alla sanzione prevista dalla legge.
  3. un terzo periodo discende dal c.c.n.l. o dal contratto individuale che prevede più di 4 settimane di ferie ; in questo caso il periodo può essere frazionato e monetizzato (Min.lav circ.3/3/2005 n.8).


Articoli correlati



Commenti

Cerca nel sito

Lavoro e Diritti App

App Lavoro e Diritti

Newsletter

RICEVI I NOSTRI ARTICOLI VIA EMAIL



A BREVE RICEVERAI UNA EMAIL PER DARE CONFERMA D'ISCRIZIONE

Google+