SanArti: cosa c’è da sapere sul fondo lavoratori aziende artigiane

Cos'è e come funziona il fondo San.Arti.? Vediamo cosa c'è da sapere sul Fondo di assistenza per le aziende artigiane.

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

Il Fondo Sanarti è rivolto ai dipendenti, i titolari, i soci ed i collaboratori delle imprese artigiane ed i loro familiari, che scegliendolo possono usufruire di un’Assistenza Sanitaria Integrativa grazie all’accordo tra Confartigianato, CNA, CLAAI, Casartigiani, CGIL, CISL, UIL.

Attraverso questo fondo, tutti gli aderenti hanno diritto a una serie di prestazioni sanitarie gratuite o a prezzi scontati. Di seguito andremo a vedere nel dettaglio come funziona e quali sono le prestazioni e i servizi sanitari inclusi. Inoltre, spiegheremo come è possibile iscriversi al fondo e i relativi costi.

Fondo SanArti: cos’è e come funziona

Si chiama Fondo SanArti, il fondo istituito da Confartigianato, CNA, CLAAI, Casartigiani, CGIL, CISL, UIL a cui possono aderire i dipendenti, i titolari, i soci ed i collaboratori delle imprese artigiane ed i loro familiari. Il fondo garantisce agli iscritti una copertura in ambito medico-sanitario gestita attraverso il sistema UniSalute.

Molto spesso capita che il lavoratore che opera in questo settore pur avendone diritto non sia a conoscenza di tale iscrizione e di conseguenza non usufruisce dei benefici.

Leggi anche: Fondo Est: cos’è e come funziona

Quindi precisiamo che, l’adesione a questo fondo è obbligatoria per tutte le società che sottoscrivono Contratti Collettivi Nazionali dell’Artigianato, ossia CCNL dei seguenti settori:

  • Area Meccanica, Installazione di impianti, Orafi, Argentieri ed affini, Odontotecnici;
  • Chimica;
  • Ceramica;
  • Legno;
  • Alimentare e della Panificazione;
  • Acconciatura, Estetica, Tricologia non curativa, Tatuaggio, Piercing e Centri Benessere;
  • Comunicazione;
  • Tessile e Moda.

Prestazioni e Servizi del Fondo Sanarti

Il Fondo mette a disposizione degli iscritti e dei loro familiari una vasta gamma di prestazioni medico-sanitarie. Infatti, la copertura del fondo va dalla semplice visita dal dentista agli esami diagnostici e visite specialistiche. Ma vediamo più nel dettaglio quali sono le visite sanitari coperte dal fondo Sanarti.

Le prestazioni e i servizi coperti dal fondo sono:

  • Sedute di psicoterapia. Per queste tipologie di sedute il fondo mette a disposizione fino a un massimo di 1.200 € l’anno;
  • Radiologia tradizionale, Radiologia convenzionale con e senza contrasto, ecografie, Ecocolordoppler, Biopsie, Terapie. Se tali prestazioni vengono effettuate presso Strutture convenzionate con UniSalute per conto di SAN.ARTI, bisognerà pagare una franchigia di 20 €. Il fondo mette a disposizione fino a un massimo di 8.000 € l’anno;mentre per le sole endoscopie operative è previsto un sottomassimale di 2.000 € l’anno.
  • Pacchetto maternità. Il pacchetto comprende: visite di controllo ostetrico ginecologico, ecografie, morfologica e 3D, analisi clinico chimiche, ecc. Per questa tipologia di pacchetto il fondo mette a disposizione fino a un massimo di 1.000 € l’anno.
  • Odontoiatra. La visita specialista e una seduta d’igiene orale è gratuita. Mentre per l’applicazione di uno o più impianti, il fondo SAN.ARTI. copre fino a un massimo di 3.300 € all’anno.
  • Trattamenti fisioterapici riabilitativi. Limite massimo di 350 € l’anno.
  • Ricovero presso istituti di cura convenzionati. Si ha a disposizione fino a un massimo
    di 15.000 € l’anno;

Le prestazioni appena elencate sono solo alcune di quelle messe a disposizione del Fondo San.Arti. Precisiamo che per usufruire di tutte le prestazioni e i Servizi sanitari del fondo, è obbligatorio essere in possesso di un’impegnativa del medico.

Fondo SanArti, costi

Il Costo del Fondo SanArti è di 10,42 € mensili per ogni singolo dipendente. La quota dovrà essere versata per intera anche per contratti part-time e dovrà essere versata esclusivamente dal datore di lavoro attraverso il modello F24. Per il dipendete non è prevista alcuna contribuzione per poter essere iscritti al fondo.

Gli arretrati delle quote da versare al fondo non possono superare, salvo casi particolari, i 5 mesi.

Come iscriversi al Fondo integrativo sanitario Sanarti

L’iscrizione al Fondo è davvero molto semplice. Infatti, tutto quello che bisognerà fare è registrare la propria azienda sul sito del Fondo Sanarti. Successivamente all’iscrizione, bisognerà comunicare al fondo i nominativi dei dipendenti con contratto CCNL dell’Artigianato attraverso il codice ART1 e versare mensilmente la quota di 10,42 €.

Ricordiamo che l’iscrizione al fondo potrà essere effettuata direttamente dal titolare dell’azienda oppure da un consulente esterno. Ma c’è un limite di età per essere iscritto al Fondo? Si! Il limite fissato per poter essere iscritto al Fondo San.Arti è di 75 anni.

Ulteriori informazioni sul sito ufficiale del fondo.


Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679

Condividi.