Fondo Est: cos’è e come funziona

Il Fondo Est è il fondo di assistenza sanitaria integrativa per dipendenti dei CCNL commercio, turismo, servizi e affini. Ecco come funziona.

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

Il Fondo Est nonostante sia stato istituito nel 2005 è ancora oggi non molto conosciuto tra i lavoratori; si tratta di un fondo di assistenza sanitaria integrativa riservato a tutti i dipendenti a tempo indeterminato e agli apprendisti delle aziende che operano nel settore dei servizi, del commercio, del turismo e affini.

Ma come funziona il Fondo Est e quali sono le procedure per potersi iscrivere? Qui di seguito andremo a vedere nel dettaglio tutto ciò che c’è da sapere su questo Fondo Integrativo Sanitario e chi sono i soggetti che sono obbligati ad iscriversi e quali sono le spese sanitarie coperte da tale fondo.

Fondo Est: cos’è

Come anticipato in premessa si tratta di un’assicurazione integrativa che offre assistenza sanitaria a tutti i dipendenti che fanno riferimento a determinati CCNL. L’adesione a tale fondo è riservata quindi solo a determinate categorie lavorative.

Dal 15 gennaio 2013, tutti i datori di lavoro hanno l’obbligo di iscrivere i propri dipendenti al Fondo Est. Infatti, nessun lavoratore potrà pertanto rifiutare l’iscrizione. L’obbligatorietà dell’iscrizione al Fondo è rivolta solo ed esclusivamente ai dipendenti a tempo indeterminato e agli apprendisti di uno dei seguenti CCNL:

  • Terziario (distribuzione e servizi);
  • Farmacie;
  • Turismo;
  • Ortofrutticoli e agrumari;
  • FruitImprese;
  • Confederazione Italiana dello Sport-Confcommercio imprese per l’Italia;
  • Autoscuole e studi di consulenza automobilistica sottoscritto da Unasca o da Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti
  • Unasca e dai sindacati dei lavoratori (Filcams, Flai, Sic, Filt Cgil, Fisascat, Filt Cisl, Uiltucs, Uilcom, Uil);
  • Dipendente da imprese esercenti l’attività funebre sottoscritto da Feniof;
  • Pubblici Servizi e Ristorazione collettiva.

Sono esclusi dall’iscrizione al fondo i dirigenti e i quadri d’azienda. Ma vediamo come funziona il fondo di assistenza sanitaria integrativa.

Come funziona il Fondo Est

Fra le funzioni principali del fondo vi è quella di rimborsare alcune spese sanitarie sostenute dal dipendente iscritto. Il rimborso avviene grazie al versamento di un quota mensile oppure annuale versata da ogni singolo dipendente iscritto.

La quota da versare all’interno del fondo è composta da un contributo ordinario che può essere mensile oppure  annuale e da una  quota di iscrizione. Se il pagamento avviene mensilmente, il versamento sarà posticipato, mentre se sarà annuale, il versamento della quota sarà anticipato.

Quanto costa l’iscrizione al Fondo Est

Ma quanto costa il Fondo Est? Le quote da versare per usufruire dei benefici del Fondo variano in base alla tipologia di CCNL. Ecco la somma da pagare per ogni tipologia di contratto collettivo nazionale del lavoro:

  • TERZIARIO*: 12 euro mensili e 30€ una tantum;
  • FARMACIE SPECIALI: 10 euro mensili e 30€ una tantum;
  • IMPIANTI SPORTIVI*: 12 euro mensili e 30€ una tantum;
  • AUTOSCUOLE*: 12 euro mensili e 30€ una tantum;
  • ATTIVITA’ FUNEBRE*: 12 euro mensili e 30€ una tantum;
  • PUBBLICI ESERCIZI E RISTORAZIONE COLLETTIVA: 12 euro mensili e 15€ una tantum per contratti Full Time e 8€ per contratti Par Time;
  • TURISMO: 10 euro mensili e 15€ una tantum per contratti Full Time e 8€ per contratti Par Time;
  • ORTOFRUTTA: 10 euro mensili e 15€ una tantum;

Ricordiamo che le quote precedentemente elencate (ordinarie e una tantum) sono versate direttamente dall’azienda  mentre le categorie indicate con *, € 2,00 sono a carico del dipendente.

Quali sono le prestazioni del Fondo Est

Sono numerose le prestazioni sanitarie coperte dall’assicurazione sanitaria integrativa. Infatti, il dipendete iscritto al Fondo Est che ha bisogno di una determinata prestazione sanitaria, può beneficiare di una notevole copertura sulle spese sostenute.

Infatti, una volta sostenuta la spesa per una determinata prestazione sanitaria, il dipendente potrà richiedere il rimborso inviando una copia delle fatture che attestino l’avvenuta prestazione sanitaria.

Le cure mediche coperte dal Fondo Est sono le seguenti:

  • Ricovero presso una struttura pubblica o privata;
  • Prestazioni odontoiatriche;
  • Prestazioni relative alla maternità
  • Ticket sanitari di pronto soccorso e accertamento;
  • Visita Oculistica;
  • Cure terapiche;
  • Visite specialistiche
  • Implantologia o estrazione denti;
  • Spese sostenute prima e dopo un ricovero. Il fondo copre fino a 120 giorni prima e dopo il ricovero;
  • Prestazioni relative alla sindrome metabolica.

Precisiamo che ogni cura medica precedentemente elencata è soggetta a massimali che variano a seconda dell’intervento sanitario da sostenere. Ecco alcuni esempi:

  • Pacchetto maternità: Il massimale di rimborso  ammonta a € 1.000,00 per evento gravidanza;
  • Visite specialistiche: Il massimale annuo assicurato è di € 700,00;
  • Diagnostica e Terapia: Il massimale annuo è di € 6.000,00;
  • Ticket SSN per accertamenti diagnostici e di Pronto Soccorso: Il massimale annuo è di € 500,00;
  • Fisioterapia da infortunio o patologie particolari: Il massimale annuo è di € 500,00;
  • Implantologia: Massimo di €3.300,00.

Come iscriversi al Fondo Integrativo Sanitario

L’iscrizione al Fondo Est non può essere effettuata dal singolo dipendente, ma sarà direttamente il datore di lavoro ad iscrivere ogni suo dipendente al fondo. Ricordiamo che l’iscrizione al Fondo è obbligatoria per tutte le aziende che applicano ai propri dipendenti, uno dei contratti collettivi nazionali di lavoro precedentemente elencati.

L’iscrizione di un’azienda al Fondo Est è davvero molto semplice. Infatti, tutte le fasi dell’iscrizione vengono svolte direttamente online sul sito web ufficiale del Fondo. Terminata l’iscrizione al fondo, l’azienda riceve un codice univoco utilizzabile per l’assistenza oppure semplicemente per richiedere informazioni al personale del fondo.

E’ possibile contattare il Fondo Est attraverso il numero verde 800.922.985 dal lunedì al giovedì, dalle 9 alle 12.30 e dalle 14 alle 17.30, o il venerdì dalle 9 alle 12 oppure tramite email all’indirizzo: info@fondoest.it

Come richiedere il Rimborso delle spese Sanitarie sostenute

Richiedere il rimborso delle spese sanitarie sostenute al Fondo Est è davvero molto semplice. Infatti, tutto quello che bisognerà fare è recarsi sul sito www.fondoest.it all’area riservata MyFondoest ed effettuare la richiesta di rimborso direttamente online.

In alternativa è possibile inviare la documentazione richiesta anche per via posta. Tutti i rimborsi relativi alle spese sostenute per: Ticket per visite e accertamenti diagnostici, pacchetto maternità, fisioterapia, pacchetto riabilitazione,  acquisto occhiali o lenti, ausili medico ortopedici, invalidità ecc, la documentazione dovrà essere inviata a:

Fondo Est -Ufficio Liquidazioni, Via Cristoforo Colombo 137 – 00147 Roma (RM) 

Mentre, per tutte le richieste di rimborso relative alle spese sostenute per cure odontoiatriche, chirurgia, prestazioni pre/post ricovero e indennità di ricovero, la documentazione dovrà essere inviata a:

UniSalute Spa – Fondo Est, c/o CMP BO – Via Zanardi 30 40131 Bologna

Modulo Rimborso Fondo est

Ricordiamo che  i dipendenti iscritti al fondo est per poter richiedere il rimborso, dovranno presentare una copia delle relative documentazioni che attestino le spese sanitarie sostenute e il  modulo rimborso Fondo Est. Trovate tutti i moduli necessari e altre info utili sul Sito Ufficiale di Fondo Est a questo link.


Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679

Condividi.