Opposizione spese sanitarie 730 precompilato 2019: entro il 28 febbraio

Entro il 28 febbraio 2019 è possibile esercitare l’opposizione all’invio delle spese sanitarie ai fini del 730 precompilato.

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

Si avrà tempo fino al 28 febbraio 2019 per accedere al Sistema Tessera Sanitaria on line e fare opposizione all’invio dei dati all’Agenzia delle entrate delle spese sanitarie sostenute nel 2018 per la predisposizione del 730 precompilato 2019.

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze tramite un recente avviso, ha inoltre comunicato che i cittadini possono consultare e verificare tutte le spese sanitarie sostenute nel periodo 2017, 2018 e 2019 con la propria tessera sanitaria direttamente online. Ma vediamo nel dettaglio come accedere al sito web e quali sono i servizi offerti da questa piattaforma online.

Spese Sanitarie Online con Tessera Sanitaria: come funziona

Prima di spiegare nel dettaglio come controllare le Spese Sanitarie online e quali sono i servizi offerti dal portale web dedicato, spieghiamo brevemente cos’è la Tessera Sanitaria e perchè è diventato un documento fondamentale per i cittadini italiani.

La Tessera Sanitaria è un documento rilasciato a tutti i cittadini italiani. Dal 2011 questo documento diventa a tutti gli effetti un documento digitale, sostituendo definitivamente il vecchio codice fiscale. Infatti, la TS da la possibilità di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione e ai normali servizi sanitari nazionali.

Per poter accedere a questi servizi è obbligatorio essere in possesso del codice Pin rilasciato dalla propria Regione di residenza. Sarà possibile richiedere il proprio pin presso qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate oppure tramite l’App dell’Agenzia scaricabile sul sito web ufficiale oppure su AppStore oppure su Playstore.

Come controllare le Spese Sanitarie Online

I cittadini possono effettuare il controllo delle proprie spese sanitarie accedendo alla propria Tessera Sanitaria on line. Infatti, sarà possibile consultare attraverso il portale web Sistema Tessera Sanitaria, tutte le spese sanitarie sostenute dal 2017 al 2019.

Per poter accedere al sito web oltre che con la propria Tessera Sanitaria (ove abilitata come CNS), il contribuente potrà accedere con le credenziali SPID e le credenziali di Fisco Online rilasciate dall’Agenzia delle Entrate. Attraverso il servizio online, il contribuente potrà usufruire di molteplici servizi comodamente dalla propria abitazione.

Leggi anche: SPID cos’è e come funziona

Potrà quindi controllare e verificare il corretto inserimento dei dati utili per la precompilazione del modello 730 precompilato direttamente dall’Agenzia delle Entrate. Inoltre potrà visionare le statistiche relative alla ripartizione delle spese suddivise in tipologia di beni e servizi acquistati.

Come già anticipato, attraverso il sito web www.sistemats.it, il contribuente potrà segnalare eventuali incongruenze direttamente online, come ad esempio:

  • codice fiscale sbagliata di un membro del nucleo familiare;
  • errori relativi alle spese sanitarie sostenute nel 2017, 2018 e fino al 31/01/2019;
  • importi delle spese errati.

Opposizione spese sanitarie 730 precompilato entro il 28 febbraio

Il Mef ricorda che entro e non oltre il 28 febbraio 2019 il cittadino potrà decidere se opporsi all’invio dei propri dati relativi al 2018 all’Agenzia delle Entrate utili per la predisposizione del modello 730 precompilato 2019. E’ possibile fare opposizione alle singole spese oppure a tutte quelle elencate sul sito.

In caso di mancato rifiuto da parte del contribuente, i dati saranno trasmessi automaticamente all’Agenzia delle Entrate, che userà i dati per la predisposizione della dichiarazione dei redditi precompilata.

Spese Sanitarie Online: ecco quali sono visibili

Sul sito web www.sistemats.it sarà possibile consultare esclusivamente le principali tipologie di spesa:

  • ticket;
  • dispositivi medici;
  • prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale;
  • visite mediche;
  • prestazioni chirurgiche;
  • ricoveri ospedalieri;
  • certificati medici;

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679

Condividi.