Bando di concorso per 616 operatori giudiziari: requisiti e domanda


Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

E’ stato pubblicato sul sito del Ministero della Giustizia e sulla Gazzetta Ufficiale il nuovo Bando di concorso per 616 operatori giudiziari. Attraverso tale concorso pubblico, il Ministero della Giustizia prevede l’assunzione a tempo pieno e a tempo indeterminato di 616 operatori giudiziari da inquadrare nell’area funzionale seconda, posizione retributiva F1. La caratteristica principale del concorso è che per candidarsi basta il diploma di scuola media inferiore.

Le selezioni avverranno solo ed esclusivamente in queste regioni: Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana e Veneto. Inoltre, è richiesta l’iscrizione presso il Centro per l’Impiego di una delle seguenti regioni.

Ma vediamo nel dettaglio quali sono i requisiti richiesti e come presentare la propria candidatura.

Bando di concorso per 616 operatori giudiziari: requisiti

Il concorso bandito dal Ministero della Giustizia richiede il possesso dei seguenti requisiti:

  • Iscrizione presso un centro per l’impiego;
  • Cittadinanza Italiana o di uno stato membro dell’Unione Europea;
  • Aver compiuto il 18° anno di età;
  • Diploma di istruzione secondaria di primo grado (scuola media inferiore);
  • Solo per i cittadini non italiani è richiesta una adeguata conoscenza della lingua italiana;

L’amministrazione giudiziaria accerterà il possesso dei requisiti di ogni singolo candidato, in caso in cui venisse a mancare anche uno dei seguenti requisiti, non si procederà alla stipula del contratto di assunzione. Infatti, per il concorso Operatori Giudiziari 2019 non sono previste prove concorsuali da effettuare, ma solo un colloquio con la commissione esaminatrice.

Dopo 30 giorni dalla pubblicazione del bando di concorso quindi circa il 7 novembre 2019, la Direzione generale  inoltrerà alle competenti amministrazioni regionali la richiesta di avviamento delle selezioni di un numero di lavoratori pari al doppio dei posti da ricoprire.

Inoltre, entro 45 giorni dalla  comunicazione, gli enti locali dovranno procedere con l’iter di selezione del numero dei candidati previsti per l’assunzione. Infine, ogni centro per l’impiego stilerà una graduatoria finale con l’assegnazione di ulteriori punteggi per il possesso eventuali titoli di merito.

La suddivisione dei posti a concorso

I 616 posti come Operatori giudiziari messi a concorso sono suddivisi in diversi distretti:

  • Amministrazioni Centrali (Roma): 29 posti;
  • Ancona (Ancona, Ascoli, Camerino, Fermo, Macerata, Pesaro): 24 posti;
  • Bari (Bari, Foggia, Trani): 26 posti;
  • Bologna ( Bologna, Ferrara, Forlì, Modena, Parma, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini): 35 posti;
  • Brescia (Brescia, Bergamo, Cremona): 36 posti;
  • Catanzaro (Catanzaro, Castrovillari, Crotone, Paola): 17 posti;
  • Firenze ( Firenze, Lucca, Prato, Siena): 11 posti;
  • Genova (Genova, Imperia, Savona): 16 posti;
  • Milano (Milano, Busto Arsizio, Como, Lecco, Lodi, Monza, Pavia, Sondrio, Varese): 126 posti;
  • Napoli ( Napoli, Nola, Avellino, Benevento, Capri, Caserta, Napoli Nord, Santa Maria Capua Vetere, Torre Annunziata): 86 posti;
  • Reggio Calabria ( Reggio Calabria, Locri, Palmi): 35 posti;
  • Roma ( Roma, Cassino, Frosinone, Latina, Tivoli, Velletri, Viterbo): 98 posti;
  • Salerno ( Salerno, Nocera Inferiore, Vallo della Lucania): 24 posti;
  • Torino ( Torino, Aosta, Asti, Cuneo, Ivrea, Mondovì, Novara, Vercelli): 26 posti;
  • Venezia ( Venezia, Belluno, Padova, Treviso, Verona, Vicenza): 27 posti.

Bando di concorso per 616 operatori giudiziari: prova d’esame

La prova d’esame del concorso Operatori Giudiziari 2019, consiste in un colloquio orale e una prova pratica.

La prova pratica consiste nel valutare la capacità di ogni singolo candidato di riordinare fascicoli cartacei e verificare la  conoscenza di base dell’uso di computer e sistemi informatici.

Bando di concorso per 616 operatori giudiziari: domanda

Non è richiesta nessuna procedura telematica per l’invio della domanda di partecipazione al Concorso. I candidati interessati dovranno rivolgersi al centro dell’impiego per la regione alla quale si intende partecipare. Inoltre, ricordiamo che è necessario l’iscrizione presso il Centro dell’Impiego che si intende partecipare. Ad esempio se si è iscritti presso il collocamento di Napoli, sarà possibile concorrere per i posti messi a concorso per quel distretto.

Comunque per partecipare alle selezioni di un’altra Regione, è possibile cancellarsi da un Centro per l’Impiego ed iscriversi ad un altro Centro per l’Impiego.

Per ulteriori informazioni infine puoi consultare il bando di concorso e le relative FAQ direttamente dal sito del Ministero ai seguenti link:


Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679

Condividi.