Green pass, le nuove regole dal 1° settembre: ecco cosa cambia

Nuove regole per il green pass dal 1° settembre 2021. Ecco cosa cambierà per gli italiani nelle attività più importanti di tutti i giorni


Green pass nuove regole dal 1° settembre, ecco cosa cambia: non è trascorso neanche un mese da quando il Governo ha reso obbligatorio esibire il certificato verde per svolgere alcune attività, tra cui andare in palestra, sedersi all’interno di un ristorante, o prendere semplicemente posto all’interno di un bar.

Ma con l’imminente inizio delle scuole, il green pass è destinato a subire ulteriori cambiamenti radicali, che impattano sulla vita degli italiani. La data spartiacque delle nuove regole è l’1 settembre 2021. Molto si è discusso in merito all’obbligo del ciclo di vaccinazione per il personale della Pubblica Amministrazione, quindi anche per insegnanti e personale del comparto scolastico. Ma non solo, anche per salire a bordo di aerei, treni, bus, traghetti, ecc. occorre essere in possesso del documento verde.

Vediamo quindi in dettaglio quali sono i cambiamenti principali a decorrere dal 1° settembre 2021, e quando sarà obbligatorio esibire il green pass per trasporti, scuola e università, spostamenti ecc..

Green pass, le nuove regole dal 1° settembre: trasporti

Il primo cambiamento si registra sul fronte trasporti. Dall’1 settembre 2021, il green pass è obbligatorio per i seguenti mezzi di trasporto:

  • aeromobili adibiti a servizi commerciali di trasporto di persone;
  • navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale, ad esclusione di quelli impiegati per i collegamenti marittimi nello Stretto di Messina;
  • treni impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri di tipo Inter City, Inter City Notte e Alta Velocità;
  • autobus adibiti a servizi di trasporto di persone, ad offerta indifferenziata, effettuati su strada in modo continuativo o periodico su un percorso che collega più di due regioni ed aventi itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti; autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente, ad esclusione di quelli impiegati nei servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale.

Quali sono dunque i mezzi esclusi dall’obbligo di esibizione del green pass?

In questa categoria possiamo annoverare, ad esempio, metropolitane, bus urbani e regionali.

Green pass, le nuove regole dal 1° settembre: università e scuole

Importanti novità anche per l’anno scolastico 2021-2022. Innanzitutto c’è da dire che l’attività scolastica e didattica della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della secondaria di primo e secondo grado e universitaria sarà svolta in presenza.

Tuttavia, docenti e personale della scuola e dell’università potranno lavorare soltanto se dimostreranno di aver ricevuto la vaccinazione. In alternativa, devono dimostrare di essere guariti dal Covid-19 o risultare negativi al tampone.

Niente obbligo di green pass, invece, per gli studenti, che avranno piena libertà di scelta.

La situazione cambia per le università, dove sia studenti che professori dovranno esibire la certificazione verde per avere accesso ad esami e lezioni.

Green pass, le nuove regole: attività con obbligo di esibizione

In questo primo mese abbiamo iniziato a familiarizzare con le attività in cui è richiesto l’obbligo del green pass. Per questo motivo andiamo a riepilogare attentamente tutte quelle attività in cui è obbligatorio vaccinarsi:

  • spostamenti verso e da una zona arancione o rossa;
  • partecipare a matrimoni e ricevimenti successivi a cerimonie civili e religiose;
  • accedere a residenze sanitarie assistenziali (Rsa).
  • Servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso;
  • Spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi;
  • Musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;
  • Piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso;
  • Sagre e fiere, convegni e congressi;
  • Centri termali, parchi tematici e di divertimento;
  • Centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione;
  • Attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;
  • Concorsi pubblici.

Green pass, le nuove regole dal 1° settembre: soggetti esenti

Occorre specificare, infine, che alcune categorie di persone sono esentate dal vaccino, quindi dell’obbligo di possesso del green pass per lo svolgimento delle attività di cui sopra.

In particolare, stiamo parlando di:

  • bambini sotto i 12 anni, esclusi dalla campagna vaccinale;
  • soggetti che, per patologie pregresse o reazioni allergiche, non possono essere vaccinati (dovranno mostrare un apposito certificato di esenzione dalla vaccinazione);
  • soggetti che hanno partecipato alla sperimentazione COVITAR.