Modifiche al DURC Online, le indicazioni del Ministero

0
Richiedi una consulenza su questo argomento


Circolare n. 38/2016 del Min. Lavoro con le indicazioni operative sulla nuova disciplina a seguito delle modifiche al DURC Online.

La Direzione generale per l’Attività Ispettiva del Ministero del Lavoro ha rilasciato la circolare n. 38 del 2 novembre 2016 con la quale fornisce indicazioni operative a seguito della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del D.M. 23 febbraio 2016 di modifica al DURC Online.

Leggi anche: Modifiche al DURC telematico in Gazzetta Ufficiale

Con la circolare, il Ministero del lavoro prende in esame le modifiche apportate alla disciplina originaria del DURC Online contenuta nel D.M. 30/01/2015.

In particolare, sono due gli articoli del Decreto che vengono modificati:

  • l’art. 2, che definisce l’ambito soggettivo e oggettivo della verifica;
  • l’art. 5, che detta regole specifiche per le imprese sottoposte a procedura concorsuale.

Modifiche al DURC Online: Verifica di regolarità contributiva

Con specifico riferimento all’art. 2, il D.M. modifica il comma 1, specificando che la verifica da parte delle Casse edili debba essere effettuata non solo nei confronti delle “imprese classificate o classificabili ai fini previdenziali nel settore dell’industria o dell’artigianato per l’attività edilizia” come già previsto, ma anche “per le imprese che applicano il relativo contratto collettivo nazionale sottoscritto dalle organizzazioni, per ciascuna parte, comparativamente più rappresentative”.

Modifiche al DURC Online: Procedure concorsuali

Le disposizioni precedenti già riconoscevano all’impresa in fallimento e all’impresa in amministrazione straordinaria ai sensi del D.Lgs. n. 270/1999 una condizione di regolarità relativamente agli obblighi contributivi scaduti, rispettivamente, prima dell’autorizzazione all’esercizio provvisorio e della dichiarazione di apertura della procedura.

Le modifiche apportate sono volte ad estendere l’ambito di applicazione della predetta condizione di regolarità anche a quelle imprese ammesse alla procedura di liquidazione coatta amministrativa e alle imprese ammesse alla procedura di amministrazione straordinaria prevista per il risanamento delle grandi imprese in crisi di cui al D.L. n. 347/2003 (conv. da L. n. 39/2004).

  Circolare Min. Lavoro 38/2016 (444,0 KiB, 99 download)

consulenza
Share.

About Author

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti.