Nuovo apprendistato: in arrivo un spot in TV per farlo conoscere

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Diffondere e promuovere il Nuovo Apprendistato, il contratto con il quale i giovani possono entrare nel mondo del lavoro, campagna del Ministero del Lavoro

Nei giorni di Natale, andrà in onda sulle reti Rai, e successivamente in radio e web, uno spot TV per diffondere e promuovere il Nuovo Apprendistato, il contratto attraverso il quale i giovani possono entrare nel mondo del lavoro, per formarsi e lavorare in una prospettiva di stabilità.

“Per raggiungere questo risultato il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Elsa Fornero, ha ottenuto la preziosa e gratuita collaborazione di Fiorello, la cui notorietà, insieme con la sua simpatia, rappresenta un naturale volano per la diffusione del Nuovo Apprendistato.

L’affinità con i più diversi settori del pubblico e le insuperabili doti di comunicatore di Fiorello sono lo strumento ideale, attraverso uno spot ideato e scritto da Silvio Saffirio, uno dei più noti creativi della pubblicità, a diffondere e accrescere, presso giovani e famiglie e imprese la conoscenza dei vantaggi del Nuovo Apprendistato.
Lo spot è stato girato presso gli studi di Cinecittà dalla Casa di Produzione Indiana Production, per la regia di Claudio Cupellini, autore del recente film “Una vita tranquilla”, con Toni Servillo attore-protagonista.

Contemporaneamente all’avvio della campagna di promozione tv, sarà on line anche il nuovo portale www.nuovoapprendistato.gov.it, gestito da Isfol e Italia Lavoro per conto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, interamente dedicato a questo tipo di contratto, con tutte le indicazioni, i consigli, la normativa, le buone pratiche e le istruzioni per l’uso.

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti