Bonus bici e monopattini, nuova possibilità per fare domanda: come fare

Il bonus bici e monopattini può nuovamente essere ottenuto da chi ha fatto l'acquisto l'anno scorso, ma era stato escluso. Ecco come fare.


Il bonus bici e monopattini è stato, nell’insieme, un discreto successo, tanto che l’attuale Esecutivo ha deciso di dar luogo a nuovi stanziamenti, per riproporlo nuovamente. Attenzione però: questa volta il beneficio riguarderà coloro che non sono riusciti a prenotare il bonus bici e monopattini lo scorso novembre, nell’ambito della prima campagna bonus.

Il contributo in questione è piuttosto interessante e offre un buon vantaggio a livello economico per chi intende ottenere il parziale rimborso per il prezzo d’acquisto delle bici nuove o usate, anche a pedalata assistita; delle handbike; dei veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica (monopattini, hoverboard e segway) e per l’utilizzo di servizi di mobilità condivisa a uso individuale.

Vediamo allora più nel dettaglio le ultime novità.

Bonus bici e monopattini: i 5 requisiti per averlo ed entro quando far domanda

Come appena anticipato, chi non era riuscito ad intascare il rimborso promesso, qualche mese fa, nell’ambito dell’iniziativa Bonus Mobilità, durante il noto “Click Day” – le cui modalità di svolgimento hanno ‘spiazzato’ non pochi interessati – da adesso ha una nuova possibilità per poterlo domandare ed ottenere.

Infatti, dal 14 gennaio fino al 15 febbraio 2021, gli esclusi possono fare nuova richiesta; servendosi dello stesso portale Web, a cui peraltro si potrà effettuare il login con il proprio SPID.

Tuttavia, ci sono cinque condizioni da rispettare, per poter ottenere concretamente il bonus bici e monopattini:

  • essere maggiorenni;
  • essere residenti in uno dei territori che seguono:
    • Comuni italiani aventi una popolazione al di sopra dei 50.000 abitanti;
    • capoluoghi di Regione o capoluoghi di provincia, anche con meno di 50.000 abitanti;
    • città metropolitane e, dunque, anche nei Comuni che sono inclusi nelle città metropolitane sebbene al di sotto dei 50.000 abitanti;
  • essere in possesso della fattura o dello scontrino parlante del bene legato al bonus;
  • in detto documento, il negoziante deve aver indicato nitidamente la tipologia di bene acquistato;
  • il bene deve essere stato obbligatoriamente comprato tra il 4 maggio 2020 e il 2 novembre 2020.

Il punto è che in queste circostanze, a differenza della volta precedente, l’interessato non dovrà attendere un giorno fatidico, bensì potrà comodamente effettuare la procedura in un lasso di tempo ben più ampio. Si sa già però che nei primi giorni in cui è stato possibile fare domanda, si è avuto qualche intoppo nel sistema informatico usato per le procedure; prova tangibile che molti hanno preferito fare subito domanda, per non rischiare.

Come ottenere il contributo?

Lo abbiamo accennato poco sopra: per ottenere il bonus bici e monopattini, l’interessato deve servirsi esclusivamente di internet e delle proprie credenziali. Infatti, occorrerà collegarsi, da pc o smartphone, al sito web creato appositamente per fare domanda. 

Di seguito il cittadino si potrà identificare con la carta di identità elettronica – che progressivamente sostituirà quella cartacea – o con lo SPID. Per questa via, sarà possibile richiedere ed ottenere il rimborso rappresentato dal bonus bici e monopattini. Inserire tutti i propri dati; il valore del bene comprato e la documentazione che comprova l’acquisto, rappresenta una fase fondamentale per intascare il contributo. Non bisogna aver smarrito fattura o scontrino, insomma.

Inoltre, fino a lunedì 15 febbraio, l’interessato potrà tornare nuovamente nella sua area riservata, per immettere eventuali correzioni o modifiche ai dati e alla documentazione presentata.

E’ interessante notare che l’Agenzia delle Entrate – grazie alle nuove tecnologie – dovrebbe ottenere subito i dati degli scontrini emessi per il tramite del registratore di cassa telematico. Ciò permetterebbe di controllare senza ritardi che un certo acquisto sia stato davvero compiuto per quell’importo presso un certo negoziante.

Il bonus bici e monopattini dovrebbe essere accreditato subito dopo il 15 febbraio; ossia la data di scadenza per effettuare la domanda. Ma visto il recente precedente, potrebbero volerci alcune settimane per intascare il rimborso, anche perchè sul punto non sono ancora stati forniti chiarimenti da parte di fonti ministeriali.

A quanto ammonta il beneficio e limiti

Veniamo ora ai numeri di questa misura. Si tratta di un contributo, una sorta di rimborso che può coprire al massimo il 60% della somma a suo tempo pagata; entro comunque un limite di spesa pari a 500,00 euro totali.

Insomma, dopo le diverse critiche sulle modalità per fare richiesta e sulla quantità di fondi previsti, ecco un nuovo capitolo relativo al bonus bici e monopattini. Si tratta, di fatto, di una terza opportunità di ottenimento del rimborso, riservata a chi non è ancora riuscito ad ottenere il contributo previsto dal decreto Rilancio.

E’ una terza opportunità giacchè dopo il famigerato click day del 4 novembre scorso, è seguita una seconda ‘finestra’ per far domanda, dal 9 novembre a 9 dicembre 2020. Ed ecco ora un altro mese a disposizione per ottenere il bonus bici e monopattini. Alle condizioni viste sopra.

Nuovi fondi a disposizione

Chiaro che coloro che hanno già intascato il bonus bici e monopattini una prima volta, non potranno fare una nuova richiesta. Il motivo è semplice: questa ulteriore ‘finestra’ si è aperta, per volontà del Governo, allo scopo di consentire di assegnare il rimborso, anche a coloro che nel periodo novembre-dicembre scorso, erano rimasti esclusi dalla procedura, per sopravvenuto esaurimento dei fondi a disposizione.

La situazione meritava e merita una soluzione come questa, giacchè sono stati davvero molti i cittadini delusi. Convinzione diffusa era ormai quella di aver pagato l’acquisto di un bene, nell’illusione di averne poi un parziale rimborso.

Concludendo, dobbiamo rimarcare che il provvedimento qui segnalato, ossia la nuova finestra per il rimborso, non riguarda il bonus bici e monopattini 2021. Per esso, infatti, aspettiamo distinte indicazioni dalle fonti ministeriali. In altre parole, soltanto chi ha comprato il bene tra il 4 maggio e il 2 novembre 2020, può effettuare domanda fino al 15 febbraio.