Bonus lavoratori spettacolo 2021: 2400 euro grazie al dl Sostegni. I dettagli

Tra i vari aiuti economici previsti, il dl Sostegni ha disposto anche una nuova indennità una tantum con il bonus lavoratori spettacolo 2021.


Grazie al recente Decreto Sostegni si amplia la platea dei destinatari di aiuti economici, di vario importo e nella sussistenza di requisiti ad hoc. Infatti, nel primo maxi provvedimento economico adottato dall’Esecutivo Draghi, i nuovi contributi non sono rivolti soltanto ai lavoratori stagionali, le partite Iva e i collaboratori sportivi.

Nell’ottica di rappresentare un significativo passo in avanti in tema di sostegno al lavoro, lotta alla disoccupazione e contrasto alla povertà, il provvedimento citato fa perno su uno stanziamento pari a circa 32 miliardi di euro, frutto dello scostamento di bilancio approvato in Parlamento (e ne è previsto un altro ad aprile). Ecco perchè, tra i  nuovi aiuti economici varati, trovano spazio anche le indennità specificamente indirizzate ai lavoratori dello spettacolo, che – come ben sappiamo – sono tra le categorie più pesantemente colpite dalla pandemia, per le chiusure di teatri ed eventi vari, legate al lockdown imposto per ragioni sanitarie.

Di seguito, ci focalizzeremo su questa particolare tipologia di bonus, vedendone i tratti essenziali, l’importo, i destinatari ed i requisiti.

Bonus lavoratori spettacolo 2021: importo

In base a quanto stabilito dal dl Sostegni, è stata dunque varata una nuova significativa tranche di aiuti per tutti i lavoratori dello spettacolo, come indennità atta a compensare le perdite subite nei primi 3 mesi del 2021. Questo intervento si lega a quelli già previsti a favore dei lavoratori stagionali del turismo; lavoratori autonomi occasionali senza p. Iva; lavoratori intermittenti e incaricati delle vendite a domicilio.

In particolare ai lavoratori dello spettacolo va un nuovo bonus una tantum pari a 2.400 euro, il quale come già accade per gli altri aiuti Covid, non concorre alla formazione del reddito ai fini fiscali, e dunque non è sottoposto ad alcuna tassazione. Come appena detto, questo contributo sarà corrisposto in una unica soluzione per le tre mensilità di chiusura, causa coronavirus e lockdown che ne è derivato. E’ ben noto, peraltro, che i lavoratori del settore teatrale sono fermi ormai da più di un anno.

Chi sono i destinatari degli aiuti economici in oggetto?

Secondo quanto indicato nella relazione illustrativa sul dl Sostegni, i beneficiari del nuovo bonus covid 2021 pari a 2.400 euro sarebbero pari a circa 374mila persone, di cui 44mila appartenenti al settore dello spettacolo. Rispetto a quanto in passato previsto, cambia però il requisito reddituale per aver accesso al bonus: da 50.000 a 75.000 euro.

Più nel dettaglio, la novità contenuta nel decreto Sostegni attiene ai requisiti per avere accesso al bonus lavoratori spettacolo 2021. Il contributo, infatti, si rivolge specificamente a due categorie di iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo, ossia:

  • lavoratori iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo che abbiano almeno 7 contributi giornalieri, pagati dal 1 gennaio 2019 alla data di entrata in vigore del decreto in esame, con un reddito legato al 2019 non al di sopra dei 35.000 euro annui;
  • lavoratori iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo che abbiano almeno 30 contributi giornalieri, pagati dal primo gennaio 2019 alla data di entrata in vigore del maxi provvedimento economico di sostegno, con un reddito legato al 2019 non al di sopra dei 75mila euro annui e non siano:
    – titolari di pensione;
    – titolari di contratto intermittente con versamento dell’indennità di disponibilità, di cui all’art. 16 del decreto legislativo n. 81 del 2015;
    – titolari di contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato, differente dal contratto intermittente.

In estrema sintesi, abbiamo dunque due canali di accesso e una platea di destinatari nel complesso più ampia.

Chi è tenuto a fare domanda ed entro quando

A questo punto ci si potrebbe domandare quali sono i dettagli circa le modalità di presentazione della domanda per il bonus lavoratori spettacolo 2021; onde non correre il rischio di perdere il beneficio. Ebbene, il meccanismo di presentazione della domanda permane invariato. Pertanto, versamento automatico nel conto corrente per tutti coloro che hanno già incassato la stessa tipologia di aiuti economici in passato.

Mentre, sarà necessaria presentazione della domanda all’Inps per quanto riguarda i nuovi beneficiari che fanno domanda per la prima volta. Detta domanda andrà effettuata entro il 30 aprile, termine ultimo per manifestare l’interesse al versamento (pena la decadenza), così come disposto nel decreto legge Sostegni. Ulteriori dettagli e precisazioni circa il modello di domanda predisposto dall’Istituto e presentato in base alle modalità fissate dallo stesso, vi saranno a breve. Infatti, è attesa una nuova circolare Inps chiarificatrice.

In ogni caso, ad occuparsi del pagamento del bonus lavoratori spettacolo 2021 sarà l’Inps, tenuta anche alla preliminare fase di gestione delle richieste. In attesa di istruzioni di maggior dettaglio, rimandiamo ad una pagina web sul sito dell’Inps, assai utile sul tema in oggetto.