Bonus tende 2020: che cos’è e come funziona

Bonus tende 2020: di cosa si tratta, quali sono le detrazioni, e i documenti da presentare. Ecco la nostra guida all'agevolazione fiscale.

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

Con la Legge di Bilancio 2020 in fase di approvazione al Parlamento oltre alle agevolazioni fiscali sulla casa per interventi di riqualificazione energetica e ristrutturazione, verrà confermato il bonus tende o schermature solari.

Anche per il 2020 i contribuenti potranno beneficiare della detrazione dall’Irpef o dall’Ires del 50% della spesa sostenuta per l’acquisto di tende da sole interne o esterne, necessarie alla schermatura solare dell’immobile.

Bonus tende 2020: che cos’è

Prima di spiegare in cosa consista il bonus tende è bene chiarire cosa si intende per schermature solari. Con questo termine si fa riferimento a sistemi di protezione dalla luce del sole e dal calore. Mediante sistemi di schermature solari si vuole gestire al meglio l’energia solare nelle nostre abitazioni per controllarne gli effetti, limitandone il più possibile quelli fastidiosi. È proprio per questa caratteristica che la loro installazione rientra tra gli interventi finalizzati al risparmio energetico. Si limita il surriscaldamento degli ambienti e conseguentemente l’uso dei climatizzatori estivi.

Visto il risparmio di energia legato a tende e altri sistemi di schermatura solare, siamo in presenza di interventi agevolabili, per i quali si può cioè fruire della detrazione fiscale.

Il bonus tende è un’importante agevolazione che consiste nella detrazione Irpef pari al 50% della spesa effettuata per installazione e sostituzione di tende o altre schermature solari, entro un limite di 60.000 euro. La cifra detraibile verrà ripartita in quote annuali di pari importo per la durata di 10 anni.

Bonus tende e schermature solari: spese agevolabili e requisiti

Quali sono le spese che permettono l’accesso agli sgravi fiscali? Ricordiamo innanzitutto che per poter essere detrarre le spese relative a tende e ad altre schermature solari dalla dichiarazione dei redditi si devono rispettare i requisiti riportati nell’Allegato M del Dlgs 311/2006.

Si possono detrarre:

  • Tende da sole esterne e da interni, a rullo, per serre;
  • Zanzariere, ovvero tende antinsetto dotate di schermatura solare;
  • Persiane tapparelle, veneziane frangisole;
  • Pergole con tende in tessuto o lamelle che si possano orientare;

La schermatura solare deve essere applicata per proteggere una superficie vetrata che non sia esposta a nord. Deve essere applicata all’esterno della finestra, all’interno o integrata alla superficie vetrata. Deve essere mobile affinché la si possa aprire e chiudere liberamente. Sono escluse tende esclusivamente decorative.

Apposita documentazione ne deve certificare il fattore solare, termine con il quale si intende la capacità di schermatura. Le tende devono avere un fattore Gtot (con cui si esprime la capacità di schermare) uguale o inferiore allo 0,25. Necessaria inoltre la marchiatura Ce del produttore. Le tende o schermature solari installate nell’abitazione devono inoltre rispettare le leggi nazionali e locali in ambito di sicurezza ed efficienza energetica.

Nell’ambito della spesa detraibile rientrano i costi per l’installazione, eventuali opere murarie, prestazioni professionali e pratiche edilizie.

Chi può chiedere il bonus tende 2020

In caso di acquisto o sostituzione di una tenda o una schermatura solare nel corso del 2020 si potrà portare in detrazione la spesa sulla dichiarazione dei redditi. A tal fine è necessario che il soggetto che abbia sostenuto il costo sia il:

  • titolare del diritto di proprietà sull’immobile;
  • nudo proprietario;
  • titolare di un diritto reale di godimento (ad esempio usufruttuario);
  • conduttore in caso di locazione
  • detentore dell’immobile in caso di comodato d’uso
  • Condominio qualora vengano eseguiti interventi sulle parti comuni dell’edificio.

In presenza di soggetti assoggettati all’Ires deve trattarsi di:

  • imprese
  • associazioni tra professionisti
  • enti pubblici e privati che versano l’Ires
  • Istituti autonomi per le case popolari e gli enti aventi le medesime finalità
  • il soggetto che utilizza l’immobile per svolgervi l’attività professionale

Bonus tende da sole 2020: adempimenti e la documentazione necessaria

Per poter fruire del bonus tende 2020 è necessario osservare una determinata procedura.

Innanzitutto il pagamento della tenda deve essere effettuato utilizzando il bonifico parlante o bonifico bancario o postale. Si dovranno riportare la causale, il codice fiscale del beneficiario, numero data della fattura.

Poiché siamo nell’ambito degli interventi finalizzati al risparmio energetico, entro 90 giorni dal termine dei lavori di installazione si dovrà effettuare la trasmissione all’Enea dei dati relativi all’intervento. Si dovrà accedere sul sito dell’Enea ed utilizzare la procedura telematica.

Al fine di poter beneficiare delle agevolazioni fiscali è indispensabile conservare tutta la documentazione relativa all’installazione delle tende: le fatture, le ricevute relative all’intervento, che contengano la dicitura “schermatura solare dinamica ai sensi del DL 311/2006 allegato M”, la ricevuta del bonifico parlante, la certificazione del fornitore per l’attestazione dei requisiti tecnici, ricevuta dell’avvenuta trasmissione all’Enea.


Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679

Condividi.