Lotteria degli scontrini, novità: si partecipa anche con le spese sanitarie

Anche le spese sanitarie valgono per la lotteria degli scontrini a partire dal 1° gennaio 2021. Ultime novità dall'Agenzia delle Entrate.

Novità in vista per la lotteria degli scontrini. Con il provvedimento n. 351449 dell’11 novembre, l’Agenzia delle Entrate apporta alcune modifiche a quanto disposto con il provvedimento n. 739122 del 31 ottobre 2019 e successive modifiche.

In base alle nuove regole di memorizzazione dei dati e trasmissione telematica dei corrispettivi pagati, sarà possibile prender parte all’estrazione dei premi anche con le spese sanitarie. Condizione necessaria è che il contribuente rinunci alla consueta detrazione fiscale del 19%.

Sul singolo acquisto il consumatore dovrà scegliere se esibire il codice fiscale e ottenere così lo sconto Irpef oppure il codice lotteria e accedere così al concorso a premi.

La procedura è in linea con gli accordi presi tra l’Amministrazione Finanziaria e il Garante per la protezione dei dati personali, al fine di rendere effettiva la tutela della normativa sulla privacy.

Lotteria degli scontrini 2021: come funziona

E’ tutto pronto ormai per dare il via alla lotteria degli scontrini elettronici, in linea con il piano anti evasione messo a punto dal Governo. La data ufficiale, dopo numerosi rinvii, è il 1° gennaio 2021. Si tratta di un gioco a premi che punta ad incentivare il contribuente a richiedere all’esercente lo scontrino elettronico.

La lotteria che partirà a breve è dunque collegata agli acquisti effettuati. Ad essa si potrà accedere solo se si è compiuta la maggiore età e se si dispone del codice lotteria.

Una volta mostrato all’esercente al momento del pagamento, il commerciante, mediante un lettore ottico collegato al registratore telematico, potrà effettuare la lettura del codice lotteria e trasmettere i dati dell’operazione all’Agenzia delle Entrate.

Portale Lotteria degli scontrini (www.lotteriadegliscontrini.gov.it)

Già a partire dal mese di dicembre si potrà fare la richiesta del codice lotteria; questo sta infatti alla base del meccanismo della lotteria. Sarà necessario accedere all’apposita sezione “Partecipa ora” del Portale Lotteria (www.lotteriadegliscontrini.gov.it) predisposto dall’Agenzia delle Entrate.

La procedura è piuttosto semplice, poiché non sarà necessaria alcuna registrazione. Per il rilascio del codice lotteria sarà sufficiente inserire nell’apposito riquadro il proprio codice fiscale. Il sistema genera un codice alfanumerico avente 8 caratteri che consentirà al contribuente di mantenere l’anonimato.

Una volta ottenuto potrà essere effettuata la stampa oppure potrà essere salvato in uno qualsiasi dei dispositivi elettronici a propria disposizione. In caso di smarrimento potrà essere recuperato accedendo all’area riservata o se ne potrà creare uno nuovo.

Il codice lotteria generato dovrà essere mostrato all’esercente nel momento dell’emissione dello scontrino elettronico. Si avrà così diritto ad un biglietto virtuale per ciascun euro che è stato speso, con il limite massimo di 1000 euro.

L’ammontare dei premi sarà diversificato in base alla modalità di pagamento adottata. Ci saranno rilevanti vantaggi per i consumatori che parteciperanno alla riffa di Stato effettuando pagamenti con carte, bancomat o altri mezzi tracciabili.

Leggi anche: Lotteria degli scontrini 2020: prime istruzioni dall’Agenzia delle Entrate

Lotteria degli scontrini, novità

La novità introdotta con il provvedimento n. 351449 dell’11 novembre 2020 dell’Agenzia delle Entrate riguarda la possibilità di accedere alla lotteria degli scontrini anche tramite le spese mediche (visite ed esami) o di farmaci.

Possono dunque concorrere alla lotteria anche gli scontrini aventi ad oggetto i dati da trasmettere al Sistema tessera sanitaria, volti alla elaborazione della dichiarazione precompilata.

Detrazione fiscale o Lotteria degli Scontrini?

Il contribuente dovrà scegliere se fornire il codice fiscale e accedere allo sconto Irpef, oppure mostrare il codice lotteria e partecipare al gioco a premi tentando la sorte con maxi premi settimanali, mensili e annuali.

Spetterà dunque al consumatore decidere se affidarsi alla fortuna con dei premi decisamente considerevoli oppure fruire della consueta detrazione fiscale pari al 19% della spesa sostenuta. Ai fini dell’invio dei dati al Sistema tessera sanitaria sarà consentita la comunicazione di uno solo dei codici.

I registratori telematici che dovranno essere acquistati o aggiornati entri il 1° gennaio 2021, sono in grado di memorizzare soltanto il codice fiscale o il codice lotteria nella fase di registrazione dei dati relativi alla singola operazione commerciale.

Come illustrato nel provvedimento dell’Agenzia delle Entrate tale misura è posta al fine di garantire il rispetto delle misure di sicurezza e tutela dei dati personali. Siamo di fronte ad un sistema che consentirà al contribuente di aggiudicarsi maxi premi con garanzia della sua privacy.

Solo in caso di esibizione del codice lotteria e rinunciando alla detrazione o deduzione fiscale, si potrà partecipare all’estrazione dei premi, prevista già per l’11 febbraio 2021. .

Condividi

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679