Comunicazione ENEA, ecobonus e bonus casa: novità per invio dei dati online

Da inizio aprile è operativo il nuovo sito per la comunicazione ENEA per adempiere agli obblighi su bonus casa ed Ecobonus. I dettagli.


Importanti novità in tema di ecobonus, bonus casa e in particolare sulla Comunicazione ENEA per la trasmissione dei dati relativi agli interventi di efficientamento energetico (superbonus 110%). Infatti, a partire dal primo aprile, è attivo sul web il nuovo sito ENEA: si tratta del portale a cura dell’Ente pubblico di ricerca che opera nei settori dell’energia, dell’ambiente e delle nuove tecnologie a supporto delle politiche di competitività e di sviluppo sostenibile.

Nel sito ufficiale dell’Agenzia è stata pubblicata la notizia relativa al nuovo portale – bonusfiscali.enea.it – a cui tutti gli interessati dovranno fare riferimento al fine di trasmettere i dati legati agli interventi di efficientamento energetico (ecobonus e bonus casa), che consentono di beneficiare delle relative detrazioni fiscali (o sconto in fattura e cessione del credito).

Vediamo allora un po’ più da vicino come funziona il citato portale e la comunicazione obbligatoria ENEA che cosa è utile sapere a riguardo.

Comunicazione ENEA, ecobonus e bonus casa: come funziona il nuovo sito

Il citato portale web è unico, in quanto rappresenta il solo sito di riferimento sia per gli ecobonus che per tutti gli altri bonus casa disponibili. In esso è possibile inserire – così come indicato nelle norme di legge vigente – entro i 90 giorni dalla conclusione, tutti i dati degli interventi che consentono le detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie. In altre parole, grazie a questo portale, il cittadino che effettua i lavori adempie all’obbligo di comunicazione. 

Vi è infatti uno step burocratico che non può essere dimenticato da colui che intende sfruttare i noti benefici.  Nel dettaglio – al fine di accedere a varie tipologie di agevolazioni fiscali come ecobonus e bonus casa – dall’entrata in vigore della legge di Bilancio 2018, gli interessati debbono inviare comunicazioni obbligatoria all’ENEA. Ciò anche tenuto conto delle disposizioni del Ministero della Transizione Ecologica a riguardo.

Svariati i bonus su cui vale l’obbligo di comunicazione degli interventi, e tra essi menzioniamo – a titolo meramente esemplificativo – i seguenti bonus facciate, bonus risparmio energetico fotovoltaico, bonus ristrutturazione e bonus elettrodomestici.

 

Ecobonus e bonus casa, entro quando comunicare i dati ad ENEA?

Dal punto di vista temporale, e dunque sul piano delle scadenze da rispettare, ricordiamo quanto segue:

  • l’invio della comunicazione all’ENEA per i bonus fiscali deve essere effettuato entro 90 giorni dal termine dei lavori;
  • per i lavori con fine tra il primo gennaio 2022 e il 31 marzo 2022, il termine decorre dalla data di apertura del sito citato, vale a dire il primo aprile 2022.

L’Agenzia delle Entrate ha comunque avuto modo di evidenziare che la mancata o tardiva trasmissione all’ENEA della comunicazione – pur obbligatoria – non determina il venir meno del diritto alla detrazione (risoluzione n. 46/E del 2019).

Portale ENEA, a chi interessa

Da notare altresì che il sito bonusfiscali.enea.it ha come destinatari sia persone fisiche che giuridiche. Mentre la procedura di comunicazione può essere anche svolta da parte di un intermediario abilitato.

Al fine di effettuare l’accesso al nuovo portale ENEA per i dati ecobonus e bonus casa, occorre compiere l’autenticazione con:

  • SPID;
  • CIE (Carta d’Identità Elettronica).

In fase di registrazione, l’interessato deve identificare il proprio ruolo, ossia indicando se si è una persona giuridica o un tecnico abilitato. In seconda battuta, rileva l’obbligo di caricare le schede descrittive con i documenti utili alla comunicazione ENEA prevista dalla legge. Ogni step è necessario ad ottenere le agevolazioni previste per i lavori.

Quali sono i documenti da inviare ad ENEA

Per completezza, vediamo di seguito quali sono i documenti da far pervenire all’agenzia ENEA:

  • documento di riconoscimento del soggetto che ha compiuto il bonifico e che può avvalersi della detrazione fiscale;
  • planimetria catastale per il calcolo della superficie dell’immobile;
  • visura dell’immobile;
  • dichiarazione resa dal tecnico abilitato che asseveri la corrispondenza del lavoro ai requisiti di legge;
  • dati dell’oggetto per cui si vuole ottenere la detrazione (ad es. potenza del frigorifero e classe energetica);
  • fatture di installazione e fornitura.

Leggi anche: bonus mobili e grandi elettrodomestici

Come funziona il nuovo portale ENEA per ecobonus e bonus casa

In particolare, il portale ENEA per la obbligatoria trasmissione dei dati ai fini dell’ottenimento delle detrazioni, presenta servizi telematici per l’inserimento dei dati legati:

  • all’ecobonus e agli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica. In questa sezione del sito gli interessati debbono far pervenire ad ENEA:
    • i dati degli interventi di riqualificazioni energetica del patrimonio edilizio esistente (incentivi del 50%, 65%, 70%, 75%, 80%, 85%)
    • e le informazioni circa gli interventi di bonus facciate laddove diano luogo alla riduzione della trasmittanza termica dell’involucro opaco. Da non dimenticare che la detrazione è pari al 90% per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2021, ma è pari al 60% per le spese sostenute dal primo gennaio di quest’anno;
  • al bonus casa per i lavori che implicano risparmio energetico o uso delle fonti energetiche rinnovabili. In particolare in questa sezione gli interessati debbono riportare le informazioni circa gli interventi di risparmio energetico e utilizzo di fonti rinnovabili.

Concludendo, in caso di eventuali dubbi o richieste di delucidazioni, è attivo il servizio online Virgilio – assistente virtuale di ENEA + mirato a rispondere in tempo reale alle domande sulle detrazioni fiscali, legate agli interventi di efficienza energetica negli edifici.

Argomenti

⭐️ Segui Lavoro e Diritti su Google News, Facebook, Twitter o via email