Scuola: come si diventa insegnanti, guida al nuovo regolamento

Breve illustrazione del decreto del MIUR nr. 249/2010 per diventare insegnanti



Dallo scorso 15 febbraio è entrato in vigore il Regolamento voluto dalla riforma Gelmini sulla Definizione della disciplina dei requisiti e delle modalità della formazione degli insegnanti della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di primo e secondo grado”, Decreto nr.249 del 10 settembre 2010.

Poichè in molti continuano a chiederci come fare per diventare insegnanti, ho deciso di ricapitolare in breve il contenuto del decreto, con la speranza di fare cosa utile e gradita ai nostri lettori.

Il presente decreto disciplina i requisiti e le modalita’ della formazione iniziale  degli  insegnanti della scuola dell’infanzia, della  scuola  primaria  e  della  scuola secondaria di primo e secondo grado.

Percorsi formativi (art 3 del regolamento)

I percorsi formativi sono preordinati, per tutte  le  classi  di abilitazione all’insegnamento. Essi sono cosi’ articolati:

  • per l’insegnamento nella scuola dell’infanzia e  nella  scuola primaria, un corso di laurea magistrale quinquennale, a  ciclo  unico  comprensivo di  tirocinio  da  avviare  a  partire  dal secondo anno di corso.

“Il corso di laurea magistrale e’ a numero programmato con prova di accesso. Il corso è attivato presso le facoltà di  scienze della  formazione  e  presso altre   facoltà autorizzate dal MIUR ,ed e’ strutturato secondo la  tabella 1 allegata al decreto.

Le attivita’ di tirocinio indirette e dirette,  per  complessive 600 ore pari a 24 crediti formativi universitari,  hanno  inizio  nel secondo anno di  corso  e  si  svolgono  secondo  modalita’  tali  da assicurare un aumento progressivo del  numero  dei  relativi  crediti formativi universitari fino all’ultimo anno.

Il corso di laurea si conclude con la discussione della  tesi  e della relazione finale di tirocinio che costituiscono, unitariamente, esame avente anche valore abilitante  all’insegnamento nella  scuola dell’infanzia e nella scuola primaria” (art.6).

  • per l’insegnamento nella scuola secondaria di primo e  secondo grado, un corso di laurea magistrale biennale ed un  successivo  anno di tirocinio formativo attivo.
  • I  percorsi  formativi   preordinati  all’insegnamento   delle discipline artistiche, musicali e coreutiche della scuola  secondaria di primo grado e di secondo grado sono attivati  dalle università e dagli Istituti di alta formazione artistica, musicale e coreutica e distinti nel corso di diploma accademico di secondo livello e nel successivo anno di tirocinio formativo attivo.

I percorsi formativi per l’insegnamento di  materie  artistiche, musicali e coreutiche nella scuola secondaria di primo e  di  secondo grado comprendono:

a) il conseguimento del  diploma  accademico  di  II  livello  ad indirizzo didattico a numero programmato e con prova  di  accesso  al relativo corso;

b) lo svolgimento  del  tirocinio  formativo  attivo  comprensivo dell’esame con valore abilitante.

    Le tabelle 8, 9 e 10 allegate al decreto individuano per ciascuna delle classi di abilitazione i requisiti per l’accesso  alla  prova  di  cui  al  comma  1, lettera a);b)  i  corsi  accademici  biennali  necessari  per  accedere al tirocinio annuale di cui al comma 1, lettera b.

    Programmazione degli accessi (art.5)

    Il MIUR, definisce annualmente con proprio  decreto  la  programmazione  degli accessi ai percorsi formativi. Il numero complessivo  dei  posti  annualmente  disponibili  per l’accesso ai percorsi e’ determinato sulla base della  programmazione regionale degli organici e del conseguente  fabbisogno  di  personale docente nelle scuole statali.

    Tirocinio (art.10)

    Il tirocinio formativo attivo e’  un  corso di preparazione all’insegnamento riservato ai  soggetti  che  abbiano conseguito la laurea magistrale (a cui, ricordo è equiparata la laurea vecchio ordinamento!!) o il diploma accademico di II livello.

    A  conclusione  del tirocinio formativo attivo, previo superamento di un esame finale, si consegue il titolo  di  abilitazione  all’insegnamento  nella  scuola secondaria di  primo  grado in  una  delle  classi  di  abilitazione
    previste dal decreto del Ministro del 26 marzo 2009, n. 37,  e  nella  scuola  secondaria  di secondo grado, sino all’adozione del regolamento di cui  all’articolo 64, comma 4, lettera a) del decreto legge 25  giugno  2008,  n.  112, convertito, con modificazioni, con legge 6 agosto 2008,  n.  133,  in una delle classi di concorso previste dal decreto del Ministro  30  gennaio  1998,  n.  39,  e  dal  decreto  del Ministro dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca 9 febbraio 8 2005, n. 22.

    Il tirocinio formativo attivo e’ istituito presso  una  facoltà di riferimento  ovvero  presso  le  istituzioni  di  alta  formazione artistica,  musicale  e  coreutica. Esso comprende  quattro  gruppi  di attività:

    • insegnamenti di scienze dell’educazione;
    • un tirocinio indiretto e diretto di 475 ore, pari a  19  crediti formativi, svolto presso le istituzioni scolastiche sotto la guida di un tutor,  in collaborazione con  il  docente  universitario  o  delle  istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica; almeno 75 ore del predetto tirocinio sono dedicate alla maturazione delle necessarie competenze didattiche per l’integrazione degli alunni con disabilità.
    • insegnamenti  di  didattiche  disciplinari che,  anche  in  un contesto di laboratorio, sono svolti stabilendo una stretta relazione tra l’approccio disciplinare e l’approccio didattico;
    • laboratori pedagogico-didattici indirizzati alla  rielaborazione e al  confronto  delle  pratiche  educative  e  delle  esperienze  di tirocinio.

    La frequenza alle attività del tirocinio  formativo  attivo è obbligatoria. L’accesso all’esame di abilitazione e’ subordinato alla verifica della presenza ad almeno il 70% delle attività.

    Per quanto riguarda i docenti tutor, si rinvia a quanto detto nel precedente articolo.

    Formazione per la specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità

    La specializzazione per l’attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità si consegue esclusivamente  presso  le università, con corsi di formazione che prevedono l’acquisizione di un minimo  di  60  crediti  formativi,  comprendere almeno 300 ore di tirocinio pari a 12 crediti formativi  universitari e articolarsi distintamente per la  scuola  dell’infanzia,  primaria, secondaria  di  primo  grado  e  secondo  grado.

    I corsi sono a numero programmato dal Ministero e, a conclusione del  corso  il  candidato  che  supera  con  esito favorevole l’esame finale consegue il diploma di specializzazione per l’attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità.

    La specializzazione consente  l’iscrizione negli elenchi per il  sostegno ai  fini  delle  assunzioni  a  tempo indeterminato ed a tempo determinato sui relativi posti disponibili.

    Corsi per l’insegnamento della lingua straniera

    Si tengono presso le Università. Ai predetti corsi accedono gli insegnanti in possesso di abilitazione e  di  competenze certificate nella lingua straniera di almeno Livello C1 del  “Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue” pubblicato nel 2001  dal Consiglio d’Europa.

    I percorsi formativi sono  istituiti  per  la scuola secondaria di secondo  grado e  prevedono  l’acquisizione  di almeno 60 crediti formativi comprensivi di un tirocinio di almeno 300 ore pari a 12 crediti formativi universitari.

    Norme transitorie e finali

    Conseguono  l’abilitazione  per  l’insegnamento  nella   scuola secondaria di primo e secondo grado, mediante il compimento del  solo tirocinio formativo attivo:

    • coloro che  alla  data  di  entrata  in  vigore  del  presente regolamento sono in possesso dei requisiti previsti per  l’accesso  alle  Scuole  di  specializzazione  per l’insegnamento secondario (siss) e i possessori di  laurea  magistrale  che, secondo l’allegato 2 al decreto del Ministro dell’universita’ e della ricerca del 26 luglio 2007 è corrispondente ad una delle lauree specialistiche cui fa  riferimento il decreto del Ministro  dell’istruzione,  dell’universita’  e  della ricerca 9 febbraio 2005, n. 22.
    • coloro che, alla  data  di  entrata  in  vigore  del  presente decreto, ovvero per l’anno accademico 2010-2011, sono iscritti a  uno dei percorsi finalizzati al conseguimento  dei  titoli  di  cui  alla lettera a).
    • per le classi di concorso A029 e A030, i soggetti in  possesso del diploma rilasciato dagli istituti superiori di educazione  fisica (ISEF) gia’  valido  per  l’accesso  all’insegnamento  di  educazione fisica.

    I  titoli  posseduti  da tali soggetti, mantengono la loro validita’ ai  fini  dell’inserimento  nella  terza fascia delle graduatorie di istituto.

    I punti riservati al servizio prestato, ai titoli di  studio  e alle pubblicazioni sono cosi’ suddivisi:

    • servizio prestato  nelle  istituzioni  del  sistema  nazionale dell’istruzione nella specifica classe di concorso o in altra  classe di concorso che comprenda gli insegnamenti previsti nella  classe  di concorso per cui si concorre entro la  data  in  cui è bandita  la selezione:
      – 360 giorni: 4 punti;
      – da 361 a 540 giorni: 6 punti;
      – da 541 a 720 giorni: 8 punti;
      – da 721 giorni,  2  punti  ogni  ulteriori  180  giorni.
    • titolo di dottore di ricerca in ambito inerente agli specifici contenuti disciplinari  della  relativa  classe  di  abilitazione:  6 punti;
    • attivita’ di ricerca scientifica sulla  base  di  rapporti  a tempo determinato svolta per almeno  due  anni, anche non consecutivi, in ambito inerente  agli  specifici  contenuti disciplinari della relativa classe di abilitazione:  4  punti.
    • E’ valutata anche la media degli esami di profitto della laurea e del voto di laurea, per un massimo di 4 punti;

    Coloro che hanno superato l’esame di ammissione alle scuole  Siss che si sono  iscritti e hanno in seguito  sospeso  la  frequenza  delle  stesse  conseguono l’abilitazione per le classi di  concorso  per  le  quali  era  stata effettuata  l’iscrizione  attraverso  il  compimento  del   tirocinio formativo attivo, senza dover sostenere l’esame di  ammissione e  con  il  riconoscimento  degli  eventuali  crediti acquisiti.

    Coloro i quali alla data di  entrata  in  vigore  del  presente decreto sono iscritti al corso di laurea in scienze della  formazione primaria concludono il corso di  studi  e  conseguono  l’abilitazione all’insegnamento nella scuola dell’infanzia e nella  scuola  primaria secondo la normativa vigente all’atto dell’immatricolazione. (art.19)

    Per consultare per intero il testo del decreto cliccate qui



    Articoli correlati



    Commenti

    • marzia

      sono laureata in scienze politiche, posso accedere?

    • Elisa

      Io sto pensando di andare a frequentare il master en profesorado in Spagna..

    • Elisa

      Dovrebbe essere organizzato tutti gli anni… Oppure ti prendi l’abilitazione in un altro modo.

    • Ale

      Ciao a tutti ragazzi,

      sapreste indicarmi se la procedura e il percorso formativo è uguale anche per coloro in possesso di diploma in Conservatorio ( vecchio ordinamento).
      Sono un insegnante di musica e vorrei ensegnare educazione musicale nelle scuole.
      Grazie a tutti

    • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

      Con il TFA puoi avere l’abilitazione nella materia che insegni e con quella poi, accedere ai concorsi per il ruolo.

    • Roberta

      Lo scorso anno ho fatto la domanda al Miur per le Graduatorie d’istituto personale docente ed educativo 2011/2014. Devo fare anche il TFA?

    • elena

      Ho già controllato il sito del Miur per iscrivermi al tirocinio formativo attivo, o meglio al test d’ingresso …ho visto che i posti disponibili per la mia classe di concorso sono veramente pochini…e so bene che siamo in tanti. Questo corso sarà attivato solo per quest’anno o ci sarà ancora in futuro?

    • http://lavoroediritti.com Massima

      Ciao Claudia, nela pagina del Miur inserendo la tua laurea ti viene indicato l’insegnamento che potrai svolgere: http://www.istruzione.it/PRTA-TitoliAccesso/caricatitoli.action
      Possono partecipare alle selezioni per l’accesso ai primi bandi al Tirocinio Formativo Attivo coloro che entro la data di presentazione della domanda di iscrizione al test nazionale sono in possesso
      di una laurea del vecchio ordinamento riconosciuta dal d.m. 39/98 e degli eventuali esami richiesti per poter avere accesso all’insegnamento;
      di una laurea del nuovo ordinamento specialistica o magistrale riconosciuta dal d.m. n. 22/2005 e degli eventuali crediti formativi per poter avere accesso all’insegnamento;
      del diploma ISEF, già valido per l’accesso all’insegnamento di educazione fisica, per i TFA di Scienze Motorie.
      Con la sola laure triennale non si può accedere ai TFA
      E’ importante chiarire due punti che sono stati oggetto di numerosi quesiti:

      Chi, entro l’anno accademico 2010/2011, era in possesso di una delle lauree previste, ma non ha ancora completato il percorso con gli esami o i crediti richiesti, potrà, senza limiti di anno accademico, acquisire i crediti o gli esami necessari per poi partecipare alle prove di accesso al TFA che saranno bandite di anno in anno.
      Allo stesso modo, chi, nell’anno accademico 2010/2011, era iscritto a uno dei percorsi di laurea previsti, potrà partecipare alle prove di accesso al TFA una volta in possesso dei requisiti necessari (laurea e crediti o esami).
      “Sono ammessi in soprannumero ai percorsi di Tirocinio Formativo Attivo, senza dover sostenere alcuna prova, i soggetti di cui all’articolo 15, comma 17 del Decreto (“congelati SSIS”), ivi compresi coloro i quali fossero risultati idonei e in posizione utile in graduatoria ai fini di una seconda abilitazione da conseguirsi attraverso la frequenza di un secondo biennio di specializzazione o di uno o più semestri aggiuntivi.”

    • claudia

      ciao Massima, visto che sei informatissima vorrei chiederti delle cose riguardo il percorso dell’insegnamento,
      io sono laureata alla triennale di lingue, a settembre inizierò la specialistica e spero di concluderla in 2 anni precisi, dato che la domanda per l’insegnamento esce ogni 2 anni, la prossima uscira tra 2 anni e mezzo se nn erro, io entro quella data devo aver terminato il tfa? oppure posso iniziare la domanda e fare poi il tirocinio?
      grazie mille!!!!!

    • http://www.lavoroediritti.com Massima Di Paolo

      Ciao Cinzia, ti do il link del ministero dell’istruzione dove trovi qualche delucidazione http://www.istruzione.it/web/istruzione/tfa. inoltre, c’è una applicazione, sempre del miur dove inserendo la tua laurea ti indica dove puoi insegnare http://www.istruzione.it/PRTA-TitoliAccesso/caricatitoli.action.

    • http://www.lavoroediritti.com Massima Di Paolo

      Ciao Pasquale, non saprei cosa dire; io direi di aspettare i bandi. se ho novità le farò presenti nel sito

    • Pasquale Colia

      Io insegno la classe di concorso A020 (Meccanica e Tecnologia) da sette anni.
      Sono invalido totale (L. 104), vorrei sapre se esiste qualche agevolazione
      per lavoratori con questa caratteristica per l’ammissione al TFA2012

    • Cinzia

      Salve, ho un disperato bisogno di aiuto!! Ho conseguito la laurea triennale in Lingue e Letterature Straniere nell’anno accadenico 2009/2010. Il mio piu grande sogno è quello di insegnare la lingua inglese ai bambini della scuola primaria, ma so che questo non è possibile perchè a quanto pare bisogna essere in possesso della laurea in scienze della formazione primaria!!!Ma invece per insegnare la lingua straniera alle scuole secondarie cosa devo fare?devo conseguire la laurea magistrale? E dopo conseguita quest’ultima quali sono i passi da muovere????vi prego rispondetemi cosi mi muovo subito nella direzione giusta!!!Grazie per l’attenzione!!!

    • Cinzia

      Salve, ho un disperato bisogno di aiuto!! Ho conseguito la laurea triennale in Lingue e Letterature Straniere nell’anno accadenico 2009/2010. Il mio piu grande sogno è quello di insegnare la lingua inglese ai bambini della scuola primaria, ma so che questo non è possibile perchè a quanto pare bisogna essere in possesso della laurea in scienze della formazione primaria!!!Ma invece per insegnare la lingua straniera alle scuole secondarie cosa devo fare?devo conseguire la laurea magistrale? E dopo conseguita quest’ultima quali sono i passi da muovere????vi prego rispondetemi cosi mi muovo subito nella direzione giusta!!!Grazie per l’attenzione!!!

    • mattia

      salve a tutti…
      io ho il diploma della scuola alberghiera come tecnico dei servizi ristorativi; è possibile insegnare la mia materia? (cucina)
      grazie

    • antonella

      ho il corso di laurea in scienze dell'educazione vecchio ordinamento.come posso acquisire l'abilitazione all'insegnamento?

    • Massima Di Paolo

      mmettendo il tuo diploma nelle apposite sezioni al link di sotto, potai capire cosa si può insegnare. dovresti inserirti nelle graduatorie terza fascia d'istituto. http://www.istruzione.it/PRTA-TitoliAccesso/caric

    • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

      Ciao Luana, sei certa che tale facoltà non da l'abilitazione? hai già parlato con qualcuno in facoltà? Se vuoi insegnare nella scuola d'infanzia, il corso di laura magistrale con tirocinio può essere attivato anche da altre facoltà tipo lettere etc; potresti informarti in questo senso per l’insegnamento nella scuola secondaria di primo e secondo grado,basta un corso di laurea magistrale biennale ed un successivo anno di tirocinio. l'unico modo è quello della laurea con annesso tirocinio, c'è da fare un corso invece, per l'insegnante di sostegno.

    • daniela di lisa

      ho il diploma di 5 anni preso all'istituto statale d'arte, con diploma di maestro d'arte di 3 anni e diploma di disegnatore di architettura e arredamento al 5 anno, prima si poteva insegnare adesso cosa succede
      grazie

    • luana

      *altrove

    • luana

      Salve ,
      volevo chiedere un aiuto.
      io ho finito il liceo da poco (socio psico pedagogico), e il mio sogno sarebbe fare l' insegnante ma a Catania è presente solo la facoltà di scienze della formazione che non da l'abilitazione, ed io purtroppo non ho la possibilità di spostarmi a altrove. volevo sapere precisamente cosa devo fare per poter fare l'insegnante non potendo frequentare quella facoltà? ci sono altri modi ? magari prendendomi un altra laurea e poi facendo dei corsi ? e se si che facoltà dovrei scegliere ?che corsi dovrò frequentare?
      grazie mille per la disponibilità sono davvero in crisi e un consiglio mi sarebbe di grandissimo aiuto.

    • Massima Di Paolo

      Ciao antonella, per il trasferimento dei punteggi, sinceramente non saprei. conviene rivolgerti al provveditorato e chiedere. Per l'abilitazione sempre con i TFA. puoi leggere il commento a Valeria.

    • Valeria

      Ciao, io ho una laurea magistrale in Sociologia, conseguita a dicembre 2011.
      Quali sono esattamente i passi da fare per potermi attivare sulla strada dell'abilitazione all'insegnamento? La mia laurea basta?
      Cioè… dove devo andare? Cosa devo dichiarare o portare?
      Ho veramente enorme difficoltà a capirci qualcosa in questo iter.
      Grazie mille,
      valeria

    • Antonella

      Salve mi chiamo Antonella, sono laureata in scienze dell'educazione e, sto ancora studiando per la specialistica in scienze pedagociche. Vorrei sapere gentilmente cosa bisogna fare per trasferire i punteggi della scuola materna in quelli per insegnare nei licei pedagogia, premetto che purtroppo non ho ancora l'abilitazione, anzi gradirei un'aiuto in merito, o chiarimenti,. Grazie infinite
      saluti.

    • http://www.lavoroediritti.com Massima Di Paolo

      Ciao andrea, credo proprio di si poichè, come avrai letto nel post, per l’insegnamento nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria è necessario un corso di laurea magistrale quinquennale, a ciclo unico comprensivo di tirocinio da avviare a partire dal secondo anno di corso.

    • Andrea

      Salve a tutti, premetto che magari sparo un mucchio di eresie, abbiate pietà.
      Se mia figlia prende il diploma di ragioneria (Quindi presso un istituto tecnico commerciale) e frequenta successivamente l'università (Facoltà ovviamente inerente all'insegnamento), può diventare insegnante di scuola elementare ?
      Grazie mille in anticipo.

    • Thomas Sturmer

      Una domanda: se ho una laurea Triennale in Lettere Moderne e ottengo uno o più Postgraduate degree in Inghilterra (equivalenti alla nostra biennale/specialistica post-triennale che però da loro può essere anche di un solo anno) anzicché una laurea biennale in Italia, potrei comunque all'insegnamento qui in Italia?

    • lorenza

      salve! mi unisco alla lunga coda di laureati in attesa d occupazione..
      sono laureata in psicologia( 3+2) e i due anni di specialistica hanno la qualifica d laurea magistrale.
      la mia laurea è abilitante all'insegnamento nella scuola dell'infanzia e nella scuola primaria?
      le classi di insegnamento sn riferite alla scuola secondaria o sono necessarie pure per la scuola dell'infanzia e la scuola primaria?

    • marina

      salve ho una laurea triennale in lingue moderne per il web e vorrei insegnare inglese in una scuola primaria che titoli devo aggiungere? perché nell'articolo non è chiaro cosa fare per chi ha già qualche titolo.
      grazie

    • maria

      Salve, sapete se con un'abilitazione all'insegnamento per le scuole elementari (mai sfruttata)e una laurea quadriennale v.o in filosfia, posso insegnare alle elementari? L'abilitazione presa tempo fa e col solo diploma magistrale, decade?
      Grazie, Maria

    • pierluigi

      Buongiorno.
      Se volete approfondire il compito del tutor interno delle scuole potete vedere il video
      http://www.youtube.com/watch?v=DcufX2jmeSM

      che, dal seminario del 28-11-2011 a Bergamo, il video riporta l'intervento di Pierluigi Alessandrini, dirigente scolastico e musicista, in merito alla possibilità di formare docenti interni alle scuole per il compito di tutor dei tirocinanti del TIROCINO FORMATIVO ATTIVO. L'intervento verte sulla possibilità offerta attraverso la costituzione di una rete di scuole, di cui Alessandrini è capofila, rivolta all'ottimizzazione delle risorse disponibili.

      P. Alessandrini

    • Antonio Marchese

      Per l'insegnamento di latino e italiano nei licei è necessario avere 12 CFU di storie antiche (romana o greca a scelta) e 24 di latino. Contavo di recuperare sei dei veniquattro crediti di latino e i dodici delle storie sostenendo esami post-lauream, non avendo avuto possibilità farlo durante il corso di studi, ma ho letto che da quella data (15 febbraio) ciò non sarà più possibile e cercavo una conferma della notizia. Darò comunque un'occhiata ai documenti, grazie mille.

    • Massima Di Paolo

      non ho ben capito la tua situazione dei crediti; comunque dal 15 febbraio l'unico modo per diiventare insegnanti è accedere e superare il TFA. Puoi scaricarti dall' articolo il decreto, e l'allegato

    • Antonio Marchese

      Salve e grazie dell'utilissimo articolo. Sono al secondo anno della magistrale di filologia moderna ma, a conti fatti, non riuscirò ad ottenere i crediti necessari per l'insegnamento di italiano e latino nei licei. Contavo di recuperare i crediti con esami post-lauream, ma ho letto su un sito (non riesco a rintracciare l'URL) che dal 15 febbraio 2011 sarà impossibile sostenerli. Mi dà conferma della brutta notizia? Se sì, c'è un qualche altro modo per ottenere questi crediti? Grazie della disponiblità.

    • Massima Di Paolo

      Ciao Elisabeth, trovi tutte le informazioni sui TFA a questo link http://www.lavoroediritti.com/2009/09/tirocini-fo….
      Per conoscere le università in cui sono attivi i crsi dei far riferimento al sito del Miur o della singola università; considera però che è ancora tutto in divenire: http://attiministeriali.miur.it/anno-2011/settembhttp://www.istruzione.it/web/istruzione/prot2175_

    • elisabeth

      salve sono laureata in filosofia (LAUREA SPECIALISTICA) e ho i cfu necessari per accedere alla classe di concorso a 037? sono laureata presso la Sapienza quale iter devo seguire per partecipare al TFA ? come faccio a sapere quali università attivano i corsi er il tirocinio. grazie, Elisabeth

    • Massima Di Paolo

      questa risposta vale anche per Francesca: chi ha già la laurea, per conseguire l'abilitazione deve fare il Tirocinio formativo. Le disposizioni transitorie e finali del decreto, analizzato nel presente articolo, dicono per bene come si deve fare; pertanto dai un'occhiata all'ultima parte di questo post, c'è scritto tutto. Poi se vuoi sapere come funzionano i Tirocini ti consiglio questo link: http://www.lavoroediritti.com/2009/09/tirocini-fo….
      In merito all'attivazione dei corsi, http://www.istruzione.it/web/universita/offerta-f

    • Massima Di Paolo

      Per Massimiliano: per chi ha solo il diploma e già insegna, bisogna fare dei corsi che attivano le università finalizzati esclusivamente al conseguimento dell'abilitazione per la scuola dell'infanzia e per la scuola primaria destinati ai diplomati che hanno titolo all'insegnamento nella scuola materna e nella scuola elementare ai sensi del decreto del Ministro della pubblica istruzione 10 marzo 1997 pubblicato nella
      Gazzetta ufficiale n. 175 del 29 luglio 1997. L'ammissione al .percorso e' subordinata al superamento di una prova di accesso. vedi art. 15 comma 16 decreto nr. 249/2010

    • giovanna

      Salve,sono laureata in Scienze Biologiche,Vecchio ordinamento,come posso conseguire l'abilitazione e quale iter devo seguire ?

    • francesca caruso

      sono laureata in lingue( vecchio ordinamento ),non ho l'abilitazione.come posso ottenerla?

    • Massimiliano

      Buon giorno a tutti.
      Io sono in possesso del vecchio diploma quinquiennale dell'Istituto magistrale. Da qualche anno insegno in una scuola primaria paritaria parificata. Per frequentare l'Università in scienze della formazione primaria ed adempiere ai tirocinii previsti negli anni, dovrei lasciare il lavoro, cosa che mi sembra del tutto assurda. Qualcuno conosce una soluzione? Io verrei poter conseguire un titolo che mi permetta di far valere il mio punteggio anche nella statale, magari per passare a statale tra qualche anno di servizio nella privata. Grazie!

    • luciana66

      con la laurea in farmacia cosa posso insegnare?

    • lucia81

      Ciao Caterina, la Laurea triennale non credo sia sufficiente.
      Oltre al TFA c'è la possibilità di abilitazione all'estero… io l'ho conseguita in Spagna…Anche se è stata un'odissea…all'inizio mi sono diretta ad una società del Nord Italia…ma non riuscivo mai a contattare il responsabile…dopo ad un gruppo di consulenza della zona di Napoli che si presenta come formato esperti ma sinceramente non sapevano rispondere a domande specifiche….alla fine ho trovato un'associazione riconosciuta anche dal Ministero spagnolo che ha un network/progetto che si chiama abinspain…Tutti molto gentili ed estremamente seri (se non hai i titoli per abilitarti te lo dicono chiaramente…).
      L'unico consiglio che ti posso dare è di non fermarti alla prima spiaggia!
      Lucia 81

    • Caterina

      Mi hanno detto che con la laurea triennale in lettere posso insegnare alle elementari, è falso? altrimenti copsa dovrei fare?

    • angelo

      salve ma la certificazione della lingua inglese livello b2 è d' obbligo sia per la scuole primarie che secondarie????

    • giorgia

      Ciao,
      non so se ho capito bene: ci sarà il Tfa per abilitare all'insegnamento nella scuola primaria?
      o bisognerà per forza laurearsi in scienze della formazione primaria?

      Grazie
      giorgia

    • Anna

      e io vorrei sapere: ci si può iscrivere al tirocinio formativo senza ancora aver dato questi esami integrativi??

    • valentina

      scusate, come si fa a sapere se valgono le vecchie classi di concorso (quelle della SSIS) o se ne usciranno altre, in base alle quali ciascuno può stabilire se deve recuperare cfu o no? io sono laureata in Lettere, laurea magistrale. qualcuno può darmi delucidazioni? grazie. Valentina

    • valentina

      Salve, le risulta che chi deve recuperare esami da aggiungere al piano di studi (nel mio caso, laurea in psicologia, per insegnare nella 36A devo recuperare esami di filosofia e pedagogia che nel mio piano di studi non c'erano anni fa) prima dell'accesso al TFA non possa piu' farlo??? ho letto che si poteva fare prima di Marzo 2011 quando cioè è entrato in vigore il decreto…
      aiuto…

    • Riccardo

      Sono laureato in giurisprudenza vecchio ordinamento. Devo integrare il mio piano di studi con esami di economia (politica economica, statistica economica ed economia aziendale). Una volta dati questi esami come corsi singoli, per conseguire l'abilitazione mi è sufficiente il solo tirocinio formativo attivo di un anno?

    • Chiara

      Ma se io sono già iscritta al II anno di scienze della formazione primaria, mi abilita la mia laurea oppure non vale più nulla????

    Cerca nel sito

    Lavoro e Diritti App

    App Lavoro e Diritti

    Newsletter

    RICEVI I NOSTRI ARTICOLI VIA EMAIL



    A BREVE RICEVERAI UNA EMAIL PER DARE CONFERMA D'ISCRIZIONE