Fondo Perseo Sirio: cos’è, come funziona e come iscriversi

Cos'è e come funziona il Fondo Perseo Sirio? Ecco la nostra guida completa al fondo pensione dei dipendenti della Pubblica Amministrazione

Il Fondo Perseo Sirio è il fondo pensione negoziale dei dipendenti della Pubblica Amministrazione. A differenza di altri fondi pensionistici, questo funziona in base al criterio della capitalizzazione individuale ossia, ogni singolo lavoratore pubblico che decide di aderire al fondo, ha un proprio conto personale distinto dagli altri soggetti aderenti.

Lo scopo principale di questa tipologia di fondo è quella di dare l’opportunità ai lavoratori della PA di costruire una pensione complementare a quella pubblica. Ma vediamo più nel dettaglio come funziona il fondo e quali sono le modalità per potersi iscriversi.

Fondo Perseo Sirio: cos’è e quali sono i requisiti di accesso

Il Fondo Perseo Sirio è un fondo pensionistico per i lavoratori della Pubblica Amministrazione, della Sanità e altri enti. Esso è istituito come un’associazione senza scopo di lucro. Tale fondo nasce dall’unificazione di due fondi distinti in passato, ossia Perseo e Sirio.

Lo scopo principale di questa tipologia di fondo pensionistico è quello di dare la possibilità a tutti i lavoratori aderenti, di potersi costruire una pensione complementare a quella obbligatoria mantenendo così lo stesso tenore di vita. Per poter aderire al Fondo Preseo Sirio però, bisogna lavorare presso:

  • Ministeri;
  • Regioni;
  • Autonomie Locali e Sanità;
  • EPNE;
  • ENAC;
  • CNEL;
  • Università e centri di Ricerca;
  • Agenzie Fiscali;
  • Coni e Associazioni sportive;
  • Ente convenzionato MEF;
  • Imprese del privato e del privato sociale che erogano servizi socio – sanitari, assistenziali ed educativi.

Va precisato che non possono aderire a tale fondo gli impiegati delle scuole anche se sono considerati dipendenti pubblici, questo perchè per tale categoria è stato istituito un fondo differente, ossia il Fondo Pensione Espero.

Fondo pensionistico negoziale

Il Fondo Perseo Sirio è classificato come fondo pensionistico negoziale, ossia un fondo che ha origine attraverso un accordo contrattuale, in cui le associazioni sindacali e le associazioni dei datori di lavoro svolgono un ruolo fondamentale. Una volta che il lavoratore decide di aderire a tale fondo esso diventa a tutti gli effetti un associato e partecipa alla vita del fondo.

Infatti, tutti gli aderenti possono:

  • Eleggere i propri rappresentanti nell’assemblea;
  • Scegliere gli amministratori.

Essendo un’associazione senza scopo di lucro, tutto il patrimonio del fondo viene ripartito nelle posizioni individuali dei singoli aderenti.

Come funziona il Fondo Perseo Sirio

Come per ogni fondo pensionistico, anche il fondo Perseo Sirio prevede un versamento dei contributi da parte degli associati e i datori di lavoro che vengono trattenuti mensilmente direttamente in busta paga e successivamente versati al fondo. Il valore dei contributi da versare è così come segue:

  • 1% della retribuzione utile al calcolo del Tfr versato direttamente dal datore di lavoro;
  • 1% della retribuzione utile al calcolo del Tfr versato dal lavoratore;
  • 28,94% del TFR maturato a partire dall’adesione al Fondo per i lavoratori pubblici già in servizio alla data del 31 dicembre 2000;
  • 100% del TFR maturato a partire dall’adesione al Fondo per i nuovi assunti nel settore pubblico successivamente al 31 dicembre 2000;
  • un incentivo pari all’1,50% della retribuzione utile ai fini Tfs. Questa percentuale è rivolta solo per i lavoratori già in servizio alla data del 31 dicembre 2000 che decidono di aderire al fondo.

Il valore della contribuzione può essere variata annualmente semplicemente compilando un modulo online.

Un’altra funzione fondamentale di questo fondo, è quella relativa al funzionamento in base al criterio della capitalizzazione individuale, ossia, ogni singolo lavoratore ha un proprio conto personale in cui tutte le somme versate confluiscono direttamente nel proprio conto formando così una posizione individuale.

Per posizione individuale si intende il totale della contribuzione, ossia i contributi reali versati dal  datore di lavoro e dal lavoratore, e dei rendimenti ottenuti in aggiunta al TFR virtuale al netto delle spese.

Per aumentare il rendimento delle somme depositate da parte degli aderenti, esse sono investite in strumenti finanziari da gestori professionali che vengono scelti direttamente dal CdA. Di conseguenza, il conto dell’associato oltre a contenere i versamenti dei contributi versati, contiene anche rendimenti derivanti da operazioni finanziarie.

Prelievo della quota accantonata

Il fondo Perseo Sirio prevede due modalità di prelievo dei fondi presenti all’interno del proprio conto personale:

Prima del pensionamento

Il lavoratore pubblico associato può richiedere la somma versata e i suoi relativi rendimenti maturati nel corso degli anni solo se sono trascorsi almeno 8 anni di iscrizione al fondo ma solo nei seguenti casi:

  • Acquistare oppure ristrutturare la prima casa;
  • Per sostenere spese sanitarie come terapie oppure interventi straordinari;
  • Sostenere spese per la propria formazione.

Mentre per il lavoratore privato, le condizioni sono differenti. Quest’ultimo può richiedere:

  • Fino al 75% dell’importo maturato, per sostenere le spese sanitarie come ad esempio terapie e interventi straordinari;
  • Per l’acquisto della prima casa di abitazione per sé o per i figli, fino ad un importo massimo del 75% della somma disponibile;
  • Un importo non superiore al 30% per altre esigenze.

Dopo il pensionamento

I lavoratori possono richiedere il pagamento della pensiona complementare a quella obbligatoria se:

  • Hanno raggiunto l’età pensionabile stabilita per legge, ma devono essere iscritti al fondo da almeno 5 anni;
  • Hanno cessato la loro attività lavorativa ed hanno un’età inferiore di 10 anni di contributi  rispetto all’età stabilita per legge per ricevere la pensione di vecchiaia e contemporaneamente devono aver maturato almeno 15 anni di iscrizione al Fondo.

L’erogazione della pensione complementare viene arroga come segue:

  • Fino ad un massimo del 50% come capitale;
  • Il restante 50% come rendita vitalizia mensile.

Come aderire al fondo Perseo Sirio

Il fondo mette a disposizione diverse modalità di adesione a seconda della categoria di appartenenza. Va sottolineato che per poter aderire a tale fondo è necessario aver stipulato un contratto di lavoro presso un’ente pubblico di durata non inferiore ai 3 mesi, anche se il contratto è part-time.

Dipendenti presso Autonomie locali, Regioni, Servizio Sanitario Nazionale, Università, Camere di commercio, Enti pubblici non Economici, Inail.

Tali lavoratori possono richiedere la loro adesione al fondo effettuando questa semplice procedura:

  • Scaricare e compilare il modulo di adesione;
  • Firmare e consegnare il modulo all’amministrazione che dovrà successivamente essere compilata dalla propria parte;
  • Inviare il modulo completo tramite PEC al seguente indirizzo: adesioni@pec.perseosirio.it oppure tramite raccomandata con ricevuta di ritorno al seguente indirizzo: Fondo Perseo Sirio – Via Scialoja, 3 – 00196 Roma.

Dipendenti presso un Ministero, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Agenzia Fiscale oppure ente convenzionato MEF.

Essi possono richiedere l’adesione al fondo pensionistico Perseo Sirio attraverso le seguenti modalità:

  • Accedere nell’area personale del portale NoiPa;
  • Recarsi nella sezione Previdenza Complementare e scegliere la gestione adesione.
  • Seguire la procedura guidata per completare correttamente la richiesta di adesione.

Va precisato però che per poter effettuare l’adesione al fondo online, bisogna essere obbligatoriamente in possesso del codice PIN.

Lavoratori dipendenti presso Unioncamere, case di cura e di riposo private aderenti al fondo, ANCI, CINSEDO, case di cura private e personale dipendente dalle strutture ospedaliere gestite da enti religiose, Coni e Federazioni Sportive.

Possono richiedere l’adesione al fondo effettuando questa semplice procedura:

  • Scaricare e compilare il modulo di adesione;
  • Firmare e consegnare il modulo all’amministrazione che dovrà successivamente essere compilata nella propria parte;
  • Inviare il modulo completo tramite PEC al seguente indirizzo: adesioni@pec.perseosirio.it oppure tramite raccomandata con ricevuta di ritorno al seguente indirizzo: Fondo Perseo Sirio – Via Scialoja, 3 – 00196 Roma.

I costi del Fondo

I costi  a carico degli associati riguardano solo ed esclusivamente alle spese effettivamente sostenute e sono i seguenti:

  • Quota di adesione pari a 2,75€ a carico del lavoratore da versare all’atto dell’adesione e 2,75 € a carico  del datore di lavoro;
  • Quota associativa dello 0.09% della retribuzione utile per il calcolo del TFR su base annua ed è prelevata una volta l’anno al primo versamento utile. Tale quota è a carico del lavoratore.
  • Costi di gestione finanziaria.
Condividi

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679