Permessi nel CCNL Metalmeccanici Industria per eventi e cause particolari

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


I permessi nel Ccnl metalmeccanici industria per eventi e cause particolari regolati dall'art. 10, sezione IV, Titolo VI, del contratto collettivo

In tema di assenze, tutele e permessi il CCNL Metalmeccanici Industria prevede disposizioni specifiche per eventi e cause particolari.

All’art. 10, sezione IV, Titolo VI, del contratto collettivo sono infatti previsti appositi permessi ai sensi del Decreto Ministeriale 278 del 2000 (Regolamento in attuazione dell’art. 4 della Legge 53 del 2000 su congedi per eventi e cause particolari).

Vediamo dunque di cosa si tratta, per un esame più completo e approfondito si rimanda al testo integrale del CCNL.

Permessi nel CCNL Metalmeccanici Industria per eventi e cause particolari

Il CCNL Metalmeccanici Industria prevede che la lavoratrice e il lavoratore hanno diritto a 3 giorni complessivi all’anno di permesso retribuito in caso di decesso o documentata grave infermità per:

  • il coniuge, anche legalmente separato;
  • un parente entro il 2° grado, anche non convivente;
  • un soggetto componente la famiglia anagrafica;

Questi permessi vanno richiesti avvertendo il datore di lavoro dell’evento e in quali giorni verrà utilizzato. Nel calcolo di questi 3 giorni complessivi non verranno considerati i festivi e i giorni non lavorativi.

In caso di richiesta di permesso per grave infermità dei soggetti sopraindicati, entro 5 giorni dalla ripresa dell’attività lavorativa, andrà presentata idonea certificazione medica. In caso invece di permesso legato ad un decesso è possibile, dove consentito, presentare una certificazione sostituiva che documenti l’evento.

I giorni di permesso vanno utilizzati entro 7 giorni dal decesso o dall’accertamento dell’insorgenza della grave infermità o per eventuali necessità terapeutiche conseguenti.

Accordo di riduzione oraria

Per i casi di grave infermità è inoltre possibile concordare con il datore di lavoro una riduzione dell’orario di lavoro complessivamente non inferiore ai giorni di permesso che vengono sostituiti.

L’accordo, stipulato in forma scritta, deve indicare i giorni di permesso che sono sostituiti dalle diverse modalità concordate e le tempistiche di presentazione dei documenti che certificano la permanenza della grave infermità. La riduzione dell’orario di lavoro deve poi iniziare entro 7 giorni dall’accertamento dell’insorgenza della grave infermità o delle relative necessità terapeutiche.

In caso venga meno la grave infermità per cui è stato richiesto questo accordo l’attività lavorativa deve riprendere con le modalità ordinarie. Eventuali periodi di permesso restanti possono essere utilizzati per altri eventi rifacendosi comunque a quanto disposto dall’art. 10, sezione IV, Titolo VI, del CCNL Metalmeccanici Industria.

Cumulabilità con i permessi Legge 104 del 1992

I permessi per eventi e cause particolari di cui sopra sono cumulabili con quelli stabiliti dall’art. 33 della Legge 104 del 1992 e sue successive modificazioni.

Tra le integrazioni previste dal recente rinnovo del CCNL Metalmeccanici Industria viene inoltre precisato che, per consentire una migliore programmazione dell’attività aziendale, il lavoratore o la lavoratrice devono presentare, tranne in caso di necessità o urgenza, un piano mensile dei permessi richiesti con un anticipo di 10 giorni rispetto al mese di utilizzo.

Leggi anche: Assenze e permessi nel contratto Metalmeccanici Industria

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Laureato in Strategia e Comunicazione d'Impresa, ho diverse esperienze in ambito HR (Selezione e Formazione, Gestione e Amministrazione, Paghe e Contributi). Relatore volontario al Centro per I'Impiego di Verbania, scrivo di Risorse Umane e Lavoro per "Eco Risveglio" e "Lavoro e Diritti".

Altri articoli interessanti