Colf e badanti: inps, consultazione on line estratto contributivo

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


E' attivo il servizio on line Inps per la consultazione del datore di lavoro dell’estratto contributivo relativo a rapporti di lavoro domestico.

E’ disponibile sul sito dell’Inps il nuovo servizio per la  consultazione dell’estratto contributivo relativo al rapporto di lavoro domestico. Il servizio mette a disposizione l’elenco dei rapporti di lavoro sia attivi che cessati, relativi agli ultimi cinque anni, dai quali il datore di lavoro può selezionare il rapporto per il quale visualizzare l’estratto conto.

L’estratto contributivo non ha valore certificativo ma  elenca i pagamenti contributivi registrati negli archivi dell’Inps e può essere soggetto a modifiche in base a verifiche ed accertamenti.

L’elenco dei rapporti di lavoro visualizzati contiene, per ogni rapporto, le seguenti informazioni:

  • Codice rapporto di lavoro
  • Data di inizio rapporto
  • Data di fine rapporto (eventuale)
  • Codice fiscale del lavoratore
  • Cognome del lavoratore
  • Nome del lavoratore.

Inoltre, per ogni periodo visualizzato sono presenti le seguenti informazioni:

  • Codice fiscale del datore di lavoro
  • Cognome del datore di lavoro
  • Nome del datore di lavoro
  • Codice fiscale del lavoratore
  • Cognome del lavoratore
  • Nome del lavoratore
  • Codice del rapporto di lavoro
  • Anno di riferimento
  • Trimestre di riferimento
  • Importo del pagamento
  • Ore retribuite
  • Retribuzione oraria effettiva
  • Settimane lavorate nel trimestre.

Il datore di lavoro  ha la possibilità di inserire il testo di una segnalazione relativa al trimestre indicato. In particolare, si può inserire una segnalazione per un periodo contributivo mancante (dati assenti nella riga del trimestre visualizzato) o per dati del pagamento non corrispondenti a quelli in possesso del datore di lavoro.

In caso di periodo contributivo mancante è possibile inserire il motivo di sospensione dell’obbligo contributivo (maternità, permesso non retribuito, periodo di malattia superiore a quello riconosciuto nei CCNL come retribuito) o i dati identificativi del versamento: data, importo, modalità (bollettino c/c, Mav, on line/carta di credito , reti amiche).

Per ogni segnalazione, verranno resi noti al datore di lavoro  il protocollo e il codice segnalazione assegnati.

La segnalazione verrà inoltre registrata dal sistema e sarà disponibile come promemoria per il datore di lavoro  ad ogni visualizzazione di dettaglio del periodo di interesse.

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti

  • carla binci

    se un datore di lavoro si accorge nella consultazione on line di avere "dimenticato" il versamento contributivo di 1 trimestre deve fare la segnalazione e attendere comunicazioni dall'Inps o effettuare subito il versamento a copertura trmite mav?

  • Massima Di Paolo

    non sono ben sicura ma credo si possa fare la segnalazione a seguito della quale l'nps farà accertametni.