Gestione del flusso telematico dei 730-4, circolare dell’Agenzia delle Entrate

L'Agenzia delle Entrate ha rilasciato la circolare 14/E del 12/03 con la quale illustra il flusso telematico dei risultati contabili delle dichiarazioni modello 730-4 trasmesso all’Agenzia delle entrate tramite assistenza fiscale o direttamente dai contribuenti tramite 730 precompilato.

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

L’Agenzia delle Entrate ha rilasciato una corposa circolare con la quale si illustra il 730-4 ovvero il flusso telematico dei risultati contabili delle dichiarazioni modello 730 trasmesse all’Agenzia delle entrate dai soggetti che prestano assistenza fiscale (CAF, aziende e professionisti abilitati) e delle dichiarazioni presentate direttamente dai contribuenti in via telematica (730 precompilato).

Si tratta della circolare numero 4/E del 12 marzo con la quale l’Agenzia fa un utile riepilogo circa le modalità telematiche di gestione dei flussi informativi tra Caf o professionisti abilitati e sostituti di imposta relativamente alle operazioni di conguaglio (importi da restituire o rimborsare tramite sostituto d’imposta).

Gestione del flusso telematico dei 730-4

Nel corso degli ultimi anni, premette la circolare, la fase finale dell’assistenza fiscale del modello 730 ha subito notevoli implementazioni (e miglioramenti aggiungo io). Pensiamo ad esempio al fatto che il 730-4 è stato completamente telematizzato, permettendo l’invio e l’inserimento dei dati di conguaglio in maniera telematizzata.

Inoltre, prosegue il Fisco, sono state consolidate talune procedure telematiche per una più completa informatizzazione del flusso telematico stesso come, ad esempio:

  • l’ampliamento dell’ambito temporale per la comunicazione della sede telematica da parte dei sostituti d’imposta
  • l’inserimento nel flusso telematico del modello 730-4 di NoiPa e di tutti i sostituti d’imposta, ad accezione dell’INPS che continua a ricevere sui propri sistemi informativi i dati dei risultati contabili.

L’efficacia del sistema del flusso telematico si basa sulla comunicazione del sostituto d’imposta all’Agenzia delle entrate dell’indirizzo telematico presso cui inviare il modello 730-4. L’Agenzia tiene l’elenco dei sostituti e delle relative sedi telematiche comunicate presso cui mettere a disposizione i 730-4 pervenuti.

Con questa circolare, l’Agenzia per uniformare l’applicazione delle norme relative al flusso telematico, raccoglie tutti i chiarimenti forniti in materia. Il documento richiama inoltre tutti i precedenti orientamenti di prassi da ritenersi ancora attuali. Infine fornisce in allegato un cronoprogramma per la gestione del flusso telematico.

Gestione del flusso telematico dei 730-4, circolare Agenzia delle Entrate numero 4/E del 12 marzo 2018

- Circolare Ag. Entrate numero 4/E del 12/03/2018
» 812,5 KiB - 652 hits - 14 marzo 2018

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti

I commenti sono chiusi.