Resto al Sud: finanziamento a fondo perduto 2018 per i giovani

Al via dal 15 gennaio il programma Resto al Sud. Finanziamento a fondo perduto promosso dal Ministro per la Coesione territoriale ed il Mezzogiorno e gestito da Invitalia per finanziamenti a fondo perduto e a tasso agevolato per avviare una nuova impresa da parte giovani imprenditori residenti nel Sud Italia.

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

Al via dal 15 gennaio il finanziamento a fondo perduto Resto al Sud promosso dal Ministro per la Coesione territoriale ed il Mezzogiorno e gestito da Invitalia. Si tratta di finanziamenti a fondo perduto e a tasso agevolato che possono essere richiesti da giovani imprenditori per avviare una nuova impresa. Con il termine fondo perduto, si intende che una percentuale della somma richiesta non dovrà essere restituita se l’attività avviata non è andata a buon fine.

La percentuale della somma a fondo perduto, dipende dalla tipologie di prestito richiesto e dal relativo bando. Esistono diverse tipologie di prestiti a fondo perduto, nel caso in questione RESTO AL SUD per i giovani  under 36, la quota è pari al 35% del programma di spesa.

Resto al Sud: finanziamento a fondo perduto 2018

Il finanziamento a fondo perduto “Resto al Sud” è rivolto esclusivamente ai giovani tra i 18 e i 35 anni residenti in:

  • Abruzzo,
  • Basilicata,
  • Calabria,
  • Campania,
  • Molise,
  • Puglia,
  • Sardegna,
  • Sicilia.

Di seguito vedremo nel dettaglio tutte le caratteristiche del prestito a fondo perduto 2018 per i giovani e come richiederlo.

Finanziamento a fondo perduto 2018: requisiti

Per poter richiedere il nuovo finanziamento a fondo perduto 2018 Resto al Sud, i richiedenti dovranno essere in possesso di alcuni requisiti particolarmente rilevanti.

Possono richiedere questa nuova tipologia di finanziamento, tutti i giovani imprenditori con età compresa tra i 18 e i 35 anni e che sono residenti nelle 8 Regioni del Mezzogiorno. Inoltre, il bando prevede ulteriori requisiti per la richiesta di questo prestito.

Infatti, gli interessati a tale prestito non dovranno avere nessun rapporto di lavoro a tempo indeterminato e non potranno essere titolari di altre imprese attive sul mercato. E’ possibile far richiesta per avviare qualsiasi impresa tranne per avviare attività di libere professioni e di commercio.

Con Resto al Sud, è possibile richiedere una somma da 50.000 euro ad un massimo di 200 mila euro (se la richiesta arriva da più soggetti costituiti in società). La somma richiesta potrà essere investita per acquistare beni immobili, macchinari, attrezzature, programmi e servizi informatici.

Il prestito a fondo perduto 2018 per i giovani imprenditori del sud è così composto: 35% della somma richiesta sarà a fondo perduto, mentre il restante 65% sarà finanziato a tasso zero in 8 anni.

Infine, bisogna sottolineare che, l’attività oggetto dell’agevolazione fiscale, dovrà garantire un periodo minimo di 5 anni di esercizio a decorrere dalla data inizio effettivo del prestito.

Come presentare domanda per ricevere il finanziamento a fondo perduto 2018

I soggetti interessati al nuovo finanziamento a fondo perduto 2018, dovranno registrarsi sul sito di Invitalia ed accedere nella propria area personale. Sarà possibile inviare la propria richiesta a partire dalle ore 12 di lunedì 15 gennaio 2018. Il programma è partito quindi in contemporanea con il Bonus Digitalizzazione 2018 di cui abbiamo parlato in precedente articolo.

Registrati sul form online, bisognerà scaricare e compilare i fac-simile dei moduli e caricarli nella vostra area personale. Tutti i progetti presentati saranno valutati dalla commissione esaminatrice entro 2 mesi dalla consegna.

Moduli richiesta finanziamento a fondo perduto 2018 e altee info

Infine tutti i dettagli dell’iniziativa e i relativi moduli per la domanda sono disponibili sul sito di Invitalia.

Condividi.

Sull'Autore

Altri articoli interessanti

I commenti sono chiusi.