Domanda di ASpI e Mini ASpI e Dichiarazione di Immediata Disponibilità

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


l'INPS rende noto di aver aggiornato la domanda di ASpI e mini ASpI telematica includendo la dichiarazione di immediata disponibilità

Con messaggio 18702 del 19 novembre 2013 l’INPS rende noto di aver ufficialmente aggiornato alla recente normativa le procedure telematiche di domanda di ASpI e mini ASpI includendo quindi la possibilità al cittadino di fornire direttamente in questa fase la dichiarazione di immediata disponibilità.

Come annunciato circolare 154 del 28 ottobre 2013 dell’INPS è diventata effettiva un’importante modifica alla procedura di richiesta di ASpI e mini-ASpI introdotta dalla L. 92/2012 di Riforma del mercato del lavoro.

Leggi anche: Novità su ASpI e Mini-ASpI e Dichiarazione di immediata disponibilità

L’art. 4, comma 38, della legge Fornero 92/2012 di Riforma del Mercato del Lavoro ha previsto la facoltà per lavoratore disoccupato, di rilasciare all’INPS la dichiarazione di immediata disponibilità, al momento della presentazione della domanda di indennità nell’ambito di ASpI e mini ASpI, al fine anche di semplificare l’erogazione della indennità. A tal proposito ricordiamo inoltre che dal 2013 anche per richiedere la mini ASpI sarà necessario fornire la suddetta dichiarazione di immediata disponibilità, a differenza della vecchia disoccupazione con requisiti ridotti che non prevedeva quest’obbligo.

L’INPS ha quindi ora il compito di ricevere e poi mettere a disposizione dei Centri per l’impiego di competenza, le dichiarazioni dei richiedenti l’ASpI o mini ASpI. In sede di domanda inoltre il lavoratore dovrà fornire sotto la propria responsabilità i dati relativi al reddito percepito nell’anno solare relativamente all’ultima occupazione, per poter dar modo ai Centri per l’Impiego di aggiornare la posizione del lavoratore relativamente al suo status di disoccupato. Sarà poi compito del CPI procedere alle verifiche del caso.

Come di consueto le domande potranno essere presentate attraverso gli ormai noti canali telematici:

  • WEB – servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell’Istituto;
  • Contact Center multicanale attraverso il numero telefonico 803164 gratuito da rete fissa o il numero 06164164 da rete mobile a pagamento secondo la tariffa del proprio gestore telefonico;
  • Patronati/intermediari dell’Istituto – attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi con il supporto dell’Istituto.

L’INPS infine informa che i relativi moduli di domanda ASpI (SR 134) e Mini ASpI (SR 133), opportunamente revisionati, sono stati pubblicati nella Banca dati “Modulistica on line” disponibile nel sito istituzionale (www.inps.it).

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti

  • Carmine

    La mia domanda aspi è stata accettata giorno 29 agosto. Quanto tempo bisogna aspettare per l’accreditamento? Grazie!

    • bispensiero

      in teoria dovrebbe passare almeno un mese in quanto non ti pagano in anticipo, altrimenti cosa ti deve pagare l’Inps?

    • spartacus

      Accettata il 29 con decorrenza dal? In teoria verso la metà di settembre dovresti avere la rata del periodo maturato ad agosto.