Inps: sostituzione della domanda di mini ASpI con quella di ASpI

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Con messaggio n. 7111 del 19 settembre 2014 l'Inps fornisce indicazioni per la sostituzione della domanda di mini ASpI con quella di ASpI

Con messaggio n. 7111 dello scorso 19 settembre 2014 l’Inps ha fornito alcune importanti precisazioni in merito alla domanda di ASpI e mini ASpI, in particolare sulla possibilità per l’assicurato sostituzione della domanda di mini ASpI con quella di ASpI.

Può capitare infatti che il lavoratore presenti e gli venga accettata e liquidata una domanda di mini ASpI e, solo in seguito, si accorga di avere i requisiti per l’indennità di ASpI. In questo caso l’Inps informa che il lavoratore potrà ottenere la sostituzione della domanda di mini ASpI con quella di ASpI solo presentando una nuova apposita domanda di indennità ASpI nei termini previsti dalla normativa vigente, ovvero di due mesi e otto giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro.

Leggi anche: Assicurazione sociale per l’impiego, tutto su ASpI e mini ASpI

In questo caso, la nuova prestazione ASpI inizierà a decorrere dal giorno successivo alla data di presentazione della nuova domanda. Per quanto riguarda l’indennità, l’importo già erogato a titolo di mini ASpI sarà decurtato dalla nuova prestazione ASpI.

Infine, si conclude il messaggio Inps, non sarà possibile riconoscere al lavoratore la nuova indennità di Inps, nel caso in cui siano decorsi i termini di presentazione della domanda previsti dalla legge, ovvero due mesi e otto giorni.

Ricordiamo per completezza dell’informazione che le domande di ASpI e mini ASpi, e quindi anche la nuova domanda di ASpI a sostituzione della precedente mini ASpI non può essere presentata in forma cartacea ma esclusivamente in via telematica, attraverso uno dei seguenti canali:

  1. WEB – servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell’Istituto;
  2. Contact Center multicanale attraverso il numero telefonico 803164 gratuito da rete fissa o il numero 06164164 da rete mobile a pagamento secondo la tariffa del proprio gestore telefonico;
  3. Patronati/intermediari dell’Istituto – attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi con il supporto dell’Istituto.

Per tutti coloro che presenteranno la domanda in maniera autonoma tramite area riservata del cittadino, vi ricordiamo che l’area è raggiungibile dopo accesso con PIN riservato seguendo questo percorso:

Servizi per il cittadino > Invio domande di prestazioni a sostegno del reddito > Indennità di ASpI e Mini ASpI

Leggi anche: Guida: come richiedere il codice PIN Inps per accedere ai servizi online per il cittadino

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti