Assegni familiari e assegno di maternità concessi dai Comuni 2016

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Con la circolare n. 46 del 2 marzo 2016 l'INPS riepiloga gli importi degli Assegni familiari e assegno di maternità concessi dai Comuni per il 2016.

Con la circolare n. 46 del 2 marzo 2016 l’INPS riepiloga gli importi degli Assegni familiari e assegno di maternità concessi dai Comuni per il 2016.

La variazione dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati comunicata dal Dipartimento delle politiche per la famiglia è stata del – 0,1%.

Dato che lo scostamento è stato negativo per l’anno 2016, restano fermi la misura e i requisiti economici in vigore nel 2015, dell’assegno al nucleo familiare numeroso e dell’assegno di maternità concessi dai Comuni. Ciò significa che gli importi delle prestazioni in argomento per l’anno 2016 sono uguali a quelli già applicati nell’anno 2015 (circolare n. 64 del 30 marzo 2015).

Cosa sono e a chi spettano gli assegni di maternità e gli ANF dei comuni?

Assegno per il nucleo familiare con almeno tre figli minori concesso dai Comuni

È un assegno concesso in via esclusiva dai Comuni e pagato dall’Inps, per le famiglie che hanno figli minori e che dispongono di patrimoni e redditi limitati.

Assegno maternità dei comuni

L’assegno di maternità dei Comuni è una prestazione assistenziale concessa dai Comuni ed erogata dall’Inps in presenza di determinati requisiti reddituali.

Assegni familiari concessi dai comuni 2016

L’assegno per il nucleo familiare da corrispondere agli aventi diritto per l’anno 2016 è pari, nella misura intera, a Euro 141,30. Per le domande relative al medesimo anno, il valore dell’indicatore della situazione economica equivalente è pari a Euro 8.555,99.

Assegno di maternità concesso dai Comuni 2016

L’importo dell’assegno mensile di maternità, spettante nella misura intera, per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento avvenuti nel periodo 01/01/2016 – 31/12/2016 è pari a Euro 338,89 per cinque mensilità e quindi a complessivi Euro 1.694,45.

Il valore dell’indicatore della situazione economica equivalente da tenere presente per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento avvenuti dal 1.1.2016 al 31.12.2016, è pari a Euro 16.954,95.

  Circolare INPS numero 46 del 02-03-2016 (84,7 KiB, 641 download)

Leggi anche: Assegni Familiari, tutto quello che devi sapere

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti