Tabelle assegni familiari ANF 2014 – 2015

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


L'Inps rende note le nuove tabelle per il calcolo degli assegni familiari o assegni per il nucleo familiare (ANF) valide dal 01/07/2014 - 30/06/2015

Con circolare numero 76 dell’11 giugno 2014 l’Inps rende note le nuove tabelle per il calcolo degli assegni familiari, o più correttamente degli assegni per il nucleo familiare relative al periodo 01/07/2014 – 30/06/2015.

N.B. In data 27/05/2015 l’INPS ha reso note le tabelle per il calcolo degli assegni familiari valide dal 1° luglio 2015 al 30 giugno 2016. Le trovi qui: Tabelle assegni familiari 2015 – 2016

La legge n. 153/88 stabilisce che i livelli di reddito familiare da tener conto, per il calcolo dell’assegno per il nucleo familiare spettante, sono rivalutati annualmente, con effetto dal 1° luglio di ciascun anno, in misura pari alla variazione dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati, calcolato dall’ISTAT.

Leggi anche: Assegni familiari: tutto quello che devi sapere

Per il 2014, la variazione percentuale dell’indice dei prezzi al consumo tra l’anno 2012 e l’anno 2013, secondo i calcoli dell’Istat è risultata pari al 1,1%.

Alla circolare vengono quindi allegate le tabelle contenenti i nuovi livelli reddituali, nonchè i corrispondenti importi mensili della prestazione, da applicare dal 1° luglio 2014 al 30 giugno 2015, alle diverse tipologie di nuclei familiari.

A breve aggiorneremo anche il nostro modulo per il Calcolo Assegno Nucleo Familiare che per il momento riporta ancora i vecchi livelli di reddito, mentre dopo l’aggiornamento riporterà gli importi calcolati dall’Inps e resi noi con le tabelle che riportiamo a fondo pagina.

Cosa fare

Per richiedere l’assegno per il nucleo familiare dal 1 luglio 2014 al 30 giugno 2015 il lavoratore deve compilare il modulo fornito dall’Inps con i dati del proprio nucleo familiare e i redditi relativi al 2013 e consegnarlo al proprio datore di lavoro il quale provvederà al calcolo dell’importo corretto in base alle informazioni inserite nel modulo e alla corresponsione dell’assegno, andando poi a recuperare l’importo direttamente dall’Inps. Per casi particolari vi rimandiamo alla lettura delle nostre guide:

Come si calcola l’assegno

Brevemente, una volta calcolato il reddito complessivo del nucleo familiare, si dovrà aprire il file excel allegato in seguito, di seguito aprite la tabella corretta (menu in basso a sinistra) in base alla composizione del nucleo, quindi in corrispondenza del reddito verrà visualizzato l’importo dell’assegno spettante.

Tabelle assegni familiari ANF 2014 – 2015

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti

  • carmen

    e chi non ha per niente reddito con un figlio minorene…che cosa prende?????nulla!!!!così funziona in ITALIA! !!!nei paesi del UE per le famiglie senza reddito con figli minorenni si dà l’assegno famigliare tutti i mesi un sostegno che possono vivere! !!!qui niente!!!!un governo di m…a!!!!

    • bispensiero

      hai ragione carmen, ma questa norma si riferisce solo ai lavoratori dipendenti e assimilati.

  • GIOVANNA

    Vorrei sapere a chi devo fare richiesta per gli assegni relativi agli anni 2012/2013 nel frattempo ho cambiato 2 datori di lavoro, devo inviare domanda all’INPS o devo chiedere al datore di lavoro attuale e con quale modulo…grazie

    • spartacus

      Per ogni periodo di lavoro in azienda puoi chiedere gli arretrati ai rispettivi datori protempore. Solo nel caso l’azienda, nel frattempo sia cessata, puoi richiederli direttamente all’inps. Devi compilare tanti modelli anf dip per ogni datore interessato. Credo che sia opportuno che ti rivolgi al patronato.

  • michele da foggia

    vorrei sapere se posso ottenere gli assegni familiari avendo a carico moglie e una figlia
    DISABILE AL 100% faccio presente che sono un ex ferroviere che si trova nella situazione del fondo ferroviere e non lavoro

  • Patrizia

    salve,vorrei sapere se mio marito può chiedere gli assegni familiari anche se lavora come socio di una coperativa per 10 ore settimanali,con moglie e figlia a carico.Grazie

    • spartacus

      Solo se è socio lavoratore dipendente; va da se che per 10 ore settimanali l’assegno sarà molto basso. Un ventiseiesimo per ogni giorno che lavora.

  • Eleonora

    Mio marito ha al suo carico me, i nostri 2 figli e sua mamma. Per sua mamma gli aspetta l’assegno famigliare o solo detrazioni?

  • spartacus

    Spetta l’assegno per il genitore, in particolari condizioni reddituali, solo per i lavoratori del settore agricolo.

  • Ciro

    assegni X nucleo familiari : salve a tutti . il mio REDDITO PARTE DAL 1 APRILE 2014 E DI CIRCA 1400 NETTI AL MESE MENTRE L”ANNO 2012 E 2013 ERA DI ZERO EURO DUE BAMBINI MINORI E UNA MOGLIE A CARICO ( CON REDDITO ZERO E INOCCUPATA) quando mi spetta mensilmente grz anticipato

    • spartacus

      Tabella 11. Anf mensile di € 258,33 se il tuo contratto prevede almeno 24 ore di lavoro settimanali .

  • Francesca

    Salve io sono una lavoratrice dipendente nel mio caso mia figlia è stata riconosciuta ma non viviamo insieme, nella compilazione del modulo devo indicare solo il mio reddito?
    Grazie

    • spartacus

      Nel reddito ai fini del nucleo famigliare rientrano il richiedente, il coniuge e i figli minori, in alcuni casi anche i maggiorenni se si richiedono per questi gli assegni famigliari in caso di presenza di più figli, i figli maggiorenni inabili. Ovviamente per coniuge si intende quello regolarmente sposato anche se non abitante nello stesso nucleo. Credo che nel tuo caso si debba inserire solo il tuo reddito.

  • reni

    Per usufruire degli assegni familiari c’è un tetto minimo? Grazie

    • spartacus

      No, al massimo c’è un tetto massimo.

  • Elena

    Volevo sapere se ho diritto ad arretrati assegni familiari per mio figlio che però non è figlio di mio marito…al patronato mi hanno fatto mettere anche il reddito di mio marito ma il mio datore di lavoro mi ha bloccato il pagamento dicendo che era errato il modulo ma senza troppe spiegazioni…nel frattempo mi sono pure separata non riesco a venirne a capo mi rimbalzano tutti come una palla da un ufficio all’altro …grazie

    • spartacus

      Scusandomi per il ritardo, nel nucleo famigliare ai fini dell’assegno non va inserito il compagno ne i suoi redditi.

  • ionela

    Buonasera mi chiamo ionela sono da Romania lavoro come badante fissa però lavoro con una cooperativa di Milano loro mi hanno fatto contratto con partita Iva da ano scorso mese di agosto sono una mamma sola con 4 figli che sono giu ne mio paese volevo sapere io posso avere assegni familiare perche anni fa ho lavorato anche con contratto normale

    • spartacus

      Se il tuo è un contratto da subordinato o parasubordinato, del tipo cococo o cocopro e ti rilasciano la busta paga hai diritto agli assegni; se il tuo è un rapporto del tipo autonomo no.